LOCULI AL BUIO SENZA LAMPADE VOTIVE

Disservizi al cimitero delle Cortine di Fabriano. Da due mesi sono spente le lampade votive dell’intera V fila, secondo piano ala destra e ben trentacinque loculi sono privi di questo servizio. Per questo motivo i relativi titolari dell’utenza si rivolgeranno all’Ufficio Servi Cimiteriali per chiedere la riduzione del canone annuo da cui detrarre due mesi di mancata copertura dell’illuminazione. Questo, nonostante i reiterati reclami e segnalazioni all’Ufficio preposto che in un primo momento ha risposto “Custode in ferie” poi “provvederemo prima possibile” e infine con la classica ciliegia sulla torta “ci sono altre priorità”. In funzione di questo ultimo responso la decisione di chiedere la riduzione del canone annuo per le lampade votive non funzionanti e per l’arroganza, il disinteresse e la mancanza di rispetto verso i propri defunti, oltre naturalmente a chiedere l’immediato ripristino dell’impianto d’Illuminazione. Per questione di privacy e deferenza verso le persone scomparse non pubblichiamo le foto di quanto sta accadendo al cimitero della Cortine, ma vedere tutti gli altri padiglioni ben illuminati e serviti a dovere a confronto con questi trentacinque loculi “spenti”, come se i familiari non si recassero mai in visita al Cimitero o peggio ancora non avessero pagato il canone è davvero squallido e ingiustificato. Problemi anche al cimitero di Santa Maria (foto): da tempo è stato chiesto un potenziamento dei controlli, sia di giorno che di notte, per evitare furti alle auto.

d.g.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy