Fabriano – Non vede i figli da mesi, minaccia di togliersi la vita. Salvato dai poliziotti

Non vede i figli da mesi e minaccia di suicidarsi. La Volante della Polizia di Fabriano interviene mettendolo in salvo. I poliziotti del Commissariato di Fabriano sono intervenuti nei giorni scorsi per evitare il peggio. Un quarantenne ha contattato la sala operativa del Commissariato. In preda alla disperazione, annunciava la sua volontà di farla finita perché impossibilitato a vedere i suoi due figli. Il poliziotto della sala operativa del Commissariato di P.S., intuita la gravità della situazione ed anche l’apparente determinazione dell’interlocutore, lo tratteneva al telefono, incoraggiandolo e supportandolo mentre, nelle pause dell’interlocuzione, comandava la Volante di portarsi con sollecitudine presso l’abitazione del richiedente opportunamente localizzata con l’apposito sistema informatico in dotazione alle Forze di Polizia.

Giunti sul posto gli agenti hanno preso contatti con l’uomo che effettivamente appariva in stato di evidente alterazione psichica anche in apparenza dovuta ad uso di bevande alcoliche. Sono riusciti a capire, dal suo racconto, che da tempo non vedeva più i suoi due figli per una decisione giudiziale che sarebbe potuta rientrare nel caso in cui avesse iniziato un percorso di sostegno alla genitorialità: percorso che il richiedente non aveva mai iniziato.

Gli agenti hanno posto in essere una paziente interlocuzione ed opera di mediazione nel tentativo di far desistere l’uomo dai suoi propositi. Contemporaneamente hanno attivato le procedure per l’intervento del 118 che, di lì a poco, è arrivato sul posto. L’uomo però si è rifiutato di salire sull’ambulanza, alternando momenti di adesione ad altri di netto rifiuto subordinato al rivedere subito i propri figli. E’ stata ancora la pazienza dei poliziotti a convincere l’uomo a recarsi presso il pronto soccorso di Fabriano ma l’uomo pretendeva di andarci a piedi e per questo è stato accompagnato da vicino da un poliziotto della Volante. Raggiunto, infine, l’ospedale, l’uomo è stato preso in carico dalla struttura sanitaria fabrianese. L’uomo non ha mai specificato in quale modo pensava togliersi la vita: talvolta faceva dei riferimenti al gettarsi dalla finestra della propria abitazione sita al secondo piano. (Così una nota del Commissariato di Fabriano).