LA PRIMA GIUNTA, LAVORI IN CORSO

Prima Giunta dell’era Santarelli a Fabriano all’insegna del confronto. La riunione degli assessori è iniziata con l’incontro con tutti i dirigenti di Palazzo Chiavelli. “Abbiamo chiesto ai vari settori – ha riferito il primo cittadino, Gabriele Santarelli – di presentare la situazione contabile per capire che tipo di variazione fare al bilancio confrontandoci con la macchina comunale: le decisioni verranno prese in modo collegiale”. In Giunta, dopo la verifica del possesso dei requisiti per la nomina degli assessori, un atto di citazione da parte di un cittadino caduto su una buca in una strada della città. “Vogliamo fare in modo che nei prossimi anni diminuiscano questi contenziosi – ha detto il sindaco. – Studieremo statisticamente quali sono le zone di Fabriano dove avvengono più incidenti, capire la tipologia e le cause per intervenire con contromisure efficaci”. Si aspetta ora il primo consiglio comunale previsto martedì prossimo. Ieri, intanto, il sindaco ha appreso il rinvio della riunione dell’Ata sui rifiuti. Era stato chiesto di posticipare per verificare le regolarità dell’iter per l’affidamento del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto rifiuti a gestore unico. “Abbiamo bisogno di lavorare – ha commentato Santarelli – per ottenere un servizio adeguato e che consenta la gestione diretta dei rifiuti in grado di produrre delle economicità che poi si devono tradurre in risparmi per i cittadini”.

Lunedì prossimo inizieranno i lavori di rifacimento di via Fabio Filzi nel quadro del Piano di Recupero del centro storico di Fabriano che dureranno 100 giorni. Il traffico sarà interdetto per tutta la durata dei lavori. “I residenti – hanno riferito dall’assessorato ai Lavori pubblici – potranno richiedere un permesso per la sosta gratuita dei veicoli nei parcheggi a pagamento”. Il 17 luglio, invece, inizieranno i lavori di rifacimento del fondo stradale tra l’incrocio di via Gioberti e via Balbo e verranno eseguiti lasciando libera una carreggiata per consentire la circolazione. La Giunta guarda con attenzione alle tante frazioni del Comune di Fabriano. Il sindaco Gabriele Santarelli ha partecipato, nei giorni scorsi, ai Giochi senza frontiere che si sono disputati a Cancelli poi ha raggiunto Belvedere insieme all’assessore alla Protezione Civile Cristiano Pascucci per salutare i volontari provenienti da tutte le Marche che hanno svolto un corso antincendio presso il villaggio apposito. “Vogliamo valorizzare le tante strutture dei nostri paesi che sono dimenticate – ha detto il primo cittadino. – Nei locali di Belvedere potremo ospitare campi estivi in collaborazione con le università. Abbiamo tante ricchezze che vanno sfruttate meglio”. Allo studio la convocazione periodica di incontri delle frazioni per ascoltare i residenti e la creazione di comitati. Tante le segnalazioni arrivate dai paesi: dalla strada per Moscano in cattive condizioni, al ripristino dell’operatore ecologico, ai cinghiali tra Sant’Elia e Poggio San Romualdo. A Marischio, invece, hanno chiesto una presa di posizione chiara sull’edificio che ospita la scuola primaria. Pur essendo dichiarata agibile dopo il sisma, gli alunni hanno concluso l’anno scolastico a Fabriano e non è chiaro se a settembre le classi torneranno in paese. Il consiglio comunale di insediamento, intanto, è convocato per l’11 luglio, alle ore 18. Ieri sera la prima seduta di Giunta guidata dal neo sindaco.

Ieri sera, intanto, si è tenuto il direttivo del Pd dopo la sconfitta elettorale alla presenza del segretario regionale Francesco Comi. Al vertice ha partecipato anche Giovanni Balducci, il candidato sconfitto al ballottaggio: al momento non è chiara la sua posizione: da una parte c’è chi chiede la sua presenza all’opposizione, dall’altra chi spinge per le dimissioni. In questo caso la presenza Pd a Palazzo Chiavelli passerebbe da 4 a 3 consiglieri visto che il suo scranno dovrebbe andare alla lista Rinascimento.

La segreteria Pd

Nel corso del direttivo che si è svolto ieri sera, 5 luglio, è stata rinnovata la fiducia alla segreteria guidata da Michele Crocetti e al candidato sindaco sconfitto, Giovanni Balducci che, quindi, dovrebbe accettare il seggio in consiglio comunale. Analizzato l’esito delle urne. “Il risultato è evidente – ha detto Crocetti. – E’ stata una sconfitta dolorosa. L’attuale fase politica, anche a livello nazionale, e la precedente Amministrazione lontana dalla gente non ci ha aiutato. Il Pd Fabriano non è morto, siamo al 20% sopra la media italiana. Ripartiamo da qui. Tre le parole chiave per il nostro contributo alla città: lavoro, manutenzione e promozione del territorio”.

m.a.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy