SEDE UNICA FINANZA E POLIZIA, PRE-CONTRATTO DI AFFITTO ALL’EX SCUOLA FERMI

Primo caso in Italia di sede unica per Guardia di Finanza e Polizia di Stato. Accelera l’iter burocratico per la nuova sede della Guardia di Finanza e della Polizia di Stato all’ex scuola Fermi di Fabriano, lo storico edificio situato in viale Zonghi, nel quartiere Pisana. Mercoledì 14 giugno l’amministrazione comunale ha approvato un’apposita delibera per confermare il pre-contratto di affitto, che in queste ore viene firmato con la Prefettura. Un documento importante che consentirà di predisporre il contratto quando i bambini della scuola materna Don Petruio lasceranno l’edificio una volta ricostruita la loro struttura. Lo riferisce il Corriere Adriatico. Nell’ambito del Piano triennale delle opere pubbliche l’adeguamento della ex Fermi finalizzato ad accogliere le sedi di Guardia di Finanza e Polizia di Stato è previsto per il 2018. Tenuto conto che entro l’inizio dell’anno scolastico dovrebbe essere pronta la nuova Don Petruio, a quel punto si procederà immediatamente con l’accensione di un mutuo di 500.000 euro per i lavori, che dureranno appena qualche mese, affinché le forze di polizia (Commissariato e comando della polizia stradale) e della finanza siano inserite al meglio e messe nella condizione di operare nella maniera più funzionale possibile. L’operazione sarà a costo zero per il Comune, la spesa di 500.000 euro verrà totalmente coperta tramite la riscossione degli affitti.

La materna 

Sono iniziati lo scorso 9 marzo i lavori per la demolizione della Scuola per l’Infanzia Don Petruio. La Scuola Materna era stata dichiarata inagibile (con ordinanza del Sindaco n. 148 del 29.08.2016) dopo la scossa di terremoto del 24 agosto 2016 e le attività didattiche trasferite, per l’inizio dell’anno scolastico, nei locali a piano terra della Scuola Fermi ( ex sede del Tribunale).
Il progetto per la demolizione della scuola e per la successiva ricostruzione, redatto dai tecnici del Settore Assetto del Territorio del Comune di Fabriano, e’ stato consegnato dal Sindaco il 20 febbraio scorso, entro la scadenza prevista, a Vasco Errani – Commissario Straordinario del Governo per la ricostruzione sisma. Il progetto esecutivo per la demolizione della struttura scolastica , una volta validato dal Commissario Straordinario con riferimento al “programma straordinario per la riapertura delle scuole per l’anno scolastico 2017-2018, è stato oggetto di una gara di appalto a seguito della quale i lavori sono stati affidati alla ditta Cav. Aldo Ilari con sede a Sassoferrato per un importo totale di € 105.204,22, spesa finanziata dal Governo in virtù del programma per la riapertura delle scuole danneggiate dal sisma del 2016. Il progetto prevede appunto la demolizione della struttura, i cui lavori iniziati il 9 marzo si concluderanno entro due settimane, e la successiva ricostruzione che sarà coordinata direttamente dall’Ufficio Speciale per la Ricostruzione.

 

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy