SEI CANDIDATI PER PALAZZO CHIAVELLI… ASPETTANDO LE LISTE

Giornate dense di attività per le forze politiche in attesa delle elezioni comunali fissate per l’11 giugno. La prima scadenza elettorale, infatti, è in arrivo: entro le ore 12 del 13 maggio dovranno essere depositate tutte le liste a sostegno delle candidature. Oltre al programma bisognerà depositare anche il simbolo e tutta la modulistica. Sono sei i candidati alla successione di Giancarlo Sagramola. Il Pd scende in campo con l’assessore al Turismo Giovanni Balducci che verrà sostenuto anche da due liste civiche: Rinascimento-Uniti per Fabriano e Popolari per Fabriano. In forse una terza lista che dovrà sciogliere la riserva definitiva entro sabato mattina. Il Movimento 5 Stelle si presenta con Gabriele Santarelli che ha già annunciato che comunicherà prima della tornata elettorale buona parte della squadra di Governo della città a seguito della chiamata pubblica per ricoprire la carica di Assessore. Silvano D’Innocenzo, invece, si candida con la lista civica Janus formata da giovani e persone che non hanno mai fatto politica. Negli ultimi giorni ha incassato la fiducia del circolo locale di Forza Italia che, attraverso il suo portavoce, Adele Allegrini, ha annunciato di sostenerlo per unire tutto il centro destra. A sinistra, invece, c’è il gruppo Fabriano Progressista che si presenta agli elettori con Vinicio Arteconi, ex ginecologo dell’Ospedale Profili, come candidato sindaco. Tra le curiosità la presenza, come capolista, di un ex partigiano, Amleto Stroppa, anni 95. Il Partito Comunista dei Lavoratori schiera Crescenzo Papale che si è già schierato contro la privatizzazione della sanità e a difesa dei più deboli. Con tre liste si presenta alle urne l’ufficiale giudiziario Vincenzo Scattolini sostenuto da Scattolini Sindaco, Fratelli d’Italia e Lega Nord.

m.a.