ESCE DAL NEGOZIO CON LA SPESA NASCOSTA NEL GIACCHETTO, DENUNCIATO A FABRIANO

Va a fare la spesa all’Ipersimply nel quartiere Santa Maria di Fabriano, ma esce dal supermercato senza pagare il conto. E’ accaduto sabato pomeriggio. L’uomo, un 59enne originario e residente a Cerreto d’Esi, ha fatto il carico di prodotti alimentari sottovuoto, tipo affettati e formaggi, poi si è recato nella corsia dei detersivi per prendere alcuni tipi di saponi e ha nascosto il tutto all’interno del giacchetto e nei pantaloni. Per tornare a casa ha attraversato la corsia “uscita senza spesa” sperando di riuscire a farla franca, ma così non è stato. L’allarme antitaccheggio ha iniziato a suonare, gli addetti della vigilanza si sono insospettiti e hanno fermato l’uomo e chiamato i carabinieri. Perquisito aveva addosso circa 150 euro di merce rubata. E’ stato denunciato per furto aggravato. La spesa è stata riconsegnata al personale del supermercato.

E stata rubata la dignità

Quando a rubare è un 59enne sorge subito il sospetto di trovarsi davanti a un dramma della disperazione: la pensione è ancora lontana, il lavoro è un miraggio. Eppure bisogna mangiare… e anche lavarsi. Sono tanti, nel nostro comprensorio, coloro che non arrivano alla fine del mese. Secondo i dati del Centro per l’Impiego sono più di 5.000 solo a Fabriano; 8mila in tutto il comprensorio. Mentre la politica locale è presa da trattative sui candidati e sui programmi, ci sono troppe persone che stanno perdendo il lume della ragione perché la sopravvivenza, purtroppo, non ammette regole e non hanno voglia e tempo di seguire i dibattiti politici, perchè, la senzazione, è che nessuno si occupa veramente di loro. La fame è brutta, corrode e uccide la persona. Non sappiamo di preciso se, in questo caso, siamo davanti a un povero vero o a un ladro di professione, ma il dubbio c’è. Una cosa è certa: così non si può andare avanti. La dignità prima di tutto. La politica dovrebbe chiacchierare di meno e fare di più. Anche qui da noi. Prima che sia troppo tardi.

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy