LA RETE DELLA FETTINA A KM 0, L’INAUGURAZIONE A SASSOFERRATO

Nasce nel Fabrianese la rete della fettina a km zero. L’idea è partita da un gruppo di allevatori della Coldiretti della zona di Sassoferrato, Moie, Fabriano e Pergola stanchi di non vedere adeguatamente valorizzato il loro prodotto di qualità, dalla carne di razza Bovina Marchigiana Igp a quella di Agnello del Centro Italia. La soluzione? Unirsi e provare a cercare un interlocutore nella distribuzione interessato a promuovere la carne del territorio. Grazie alla collaborazione con un imprenditrice e un esperto macellaio, è nata così l’Isola della Bottega Italiana all’interno del Tigre Amico di via Rossini, a Sassoferrato, che ha aperto ufficialmente i battenti il 9 marzo, con il taglio del nastro. L’obiettivo è creare occasioni di sviluppo, lavoro e promozione delle produzioni locali. Ma con l’Isola della Bottega si punta anche a sostenere il consumo di un alimento determinante per la salute che fa parte a pieno titolo della dieta mediterranea, alla quale apporta l’indispensabile contributo proteico, permettendo ai marchigiani di ottenere nel corso degli anni ripetuti record di longevità. All’inaugurazione hanno preso parte il presidente di Coldiretti Ancona Emanuele Befanucci e il direttore Enzo Bottos, il giovane titolare del punto vendita, Matteo Travaglia, il sindaco di Sassoferrato Ugo Pesciarelli, l’ideatrice del progetto Sonia Artegiani assieme al “maestro macellaio” Florindo, Andrea Guiducci e gli allevatori Antonio Spadoni, Giancarlo Bucari, Cristian Paris, Luciano Ricciotti, Antonio e Andrea  Tenti, Luciano Carli, Mauro Guiducci.

cs

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy