VOLONTARI CONSEGNANO VIVERI A PECORILE. A FABRIANO 300 QUINTALI DI SALE

I disagi

A Fabriano e nelle altre città dell’Ambito 10 le strade principali sono tutte pulite. Diverse segnalazioni, comunque, sono arrivate in Comune da via don Minzoni, via Urbani e Serraloggia. Più difficile il passaggio nei vicoli del centro storico dove non si riesce a camminare nemmeno a piedi.

San Silvestro sommerso dalla neve

I mezzi sono arrivati ieri ma non hanno pulito l’area adiacente al Centro Cuore Salus fermandosi alcuni metri prima. Il bombolone gpl che rifornisce il monastero, dove, risiede anche un monaco gravemente malato, è irraggiungibile in caso di blocco della caldaia. Situazione più grave nelle frazioni. Se in città la coltre bianca ha raggiunto i 30 centimetri, nei paesi è arrivata a quota 60. A Poggio San Romualdo, San Silvestro, Campodonico, Collamato e Belvedere mezzi in azione giorno e notte per liberare la strada.

Consegnati viveri a un’anziana di Pecorile

A Pecorile e Sant’Elia, alle pendici di Monte San Vicino, sono dovuti arrivare i volontari a distribuire viveri e medicine a un’anziana di 90 anni. I mezzi, per raggiungere queste località situate a 500 metri sul livello del mare hanno trovato la strada interrotta da grossi alberi caduti. Problemi anche a Varano e San Donato dove i residenti hanno polemizzato su Facebook. “Siamo dimenticati  da tutti – hanno scritto Alessia e Giorgio. – Ieri alle 16 attendevamo ancora un mezzo per liberare la strada”. Circolazione rallentata anche sulla Berbentina, tra Fabriano e Sassoferrato, con mezzi pesanti bloccati. Alcuni automobilisti hanno sollecitato la polizia locale ad effettuare più controlli e sanzionare chi si è messo in viaggio senza catene o termiche.

Attenti al ghiaccio

E ora a spaventare è il ghiaccio. Per questo sono arrivati a Fabriano ulteriori 300 quintali di sale per le strade del comprensorio. Diverse segnalazioni sono arrivate per alberi caduti in mezzo alla strada a Nebbiano, Campodiegoli e a Sassoferrato. Problemi per gli automobilisti a Genga lungo la strada di Cerqueto molto utilizzata vista la chiusura di quella di Frasassi. Sulla SS76, invece, si sono registrate criticità per tutta la giornata tra Fossato di Vico e Fabriano dove il personale Anas ha monitorato la situazione.

I primi animali morti nelle Marche

Con la nuova ondata di maltempo iniziano a morire gli animali sepolti dalla neve nelle zone terremotate, con il gelo che ha reso ancora più difficili le condizioni di vita per uomini e bestiame, anche a causa dei ritardi nella consegna delle strutture mobili. Lo ha denunciato Coldiretti Marche, con le prime segnalazioni di pecore morte per il freddo, mentre le stalle già lesionate dal sisma rischiano di cadere sotto il peso della neve travolgendo gli animali che non possono essere ospitati altrove. Dal Piceno al Maceratese, gli allevatori sono così costretti a tenere mucche e pecore all’aperto, in una situazione che nelle aree interne vede la neve ormai vicina al metro di altezza.

Marco Antonini

Meteo – Protezione Civile Marche

Previsioni per Mercoledì 18/1/2017

Cielo: nuvoloso o molto nuvoloso
Precipitazioni: deboli, diffuse nelle zone montane, in particolare quelle meridionali della regione, sparse altrove. Limite delle nevicate a quote basso collinari nel settore settentrionale e collinari in quello meridionale. Accumuli a fine giornata deboli nelle zone collinari, moderati nelle zone montane
Temperature: in lieve aumento
Venti: nord orientali moderati o tesi con raffiche fino a burrasca lungo la costa e lungo il crinale appenninico
Mare: agitato

Previsioni per Giovedì 19/1/2017

Cielo: nuvoloso con diminuzione della nuvolosità nella seconda parte della giornata
Precipitazioni: deboli sparse in progressivo esaurimento nel corso del pomeriggio. Limite delle nevicate a quote collinari
Temperature: in lieve diminuzione
Venti: nord orientali moderati con intensità in diminuzione nella seconda parte della giornata
Mare: molto mosso

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy