RONDE PER ARGINARE I FURTI A CERRETO, OPPOSIZIONE CONTRO PORCARELLI

Paura e rabbia per i ladri che hanno preso di mira l’intero comprensorio fabrianese. I cittadini si organizzano da soli per difendere le case dai malviventi con le ronde invocando l’arrivo dell’esercito a Cerreto d’Esi. Non basta il terremoto con un centinaio di sfollati nella piccola cittadina, ora l’emergenza sicurezza ha raggiunto livelli elevati tanto che i ladri hanno agito, indisturbati, anche nelle ore pomeridiane. Sale la paura tanto che alcuni anziani soli si sono trasferiti a casa dei figli per evitare il rischio di trovarsi i ladri in camera. Negli ultimi giorni i ladri hanno preso di mira le vie Seneghini, Moro e Garibaldi riuscendo a portarsi via un bottino da 5mila euro tra denaro contante e gioielli. Recentemente, invece, è stata segnalata un’Audi nera sospetta circolare a bassa velocità per le vie del centro. La politica non resta a guardare. I partiti di opposizione fanno cerchio contro l sindaco Porcarelli.

Le dichiarazioni

“La cittadinanza è terrorizzata – ha denunciato Daniela Carnevali della lista civica #Cambiamenti – perché non c’è nessuna sorveglianza, nessun pattugliamento. Anzi, alcune vie sono prive di illuminazione, nonostante i continui solleciti di manutenzione da parte di residenti e ciò ha permesso ai ladri di agire più comodamente. Persino la polizia locale è stata decimata, rimanendo un solo vigile che dipende da altro comune”. Il gruppo consiliare aveva proposto anche l’attivazione di un’assicurazione a tutela del cittadino con un primo intervento, sia di natura tecnica che psicologica, in caso di furto in abitazione. Dello stesso avviso Marco Zamparini del Partito Comunista dei lavoratori. “Il primo cittadino deve potenziare i controlli giornalieri sia con un potenziamento della polizia locale che non deve allontanarsi da Cerreto d’Esi, che con polizia e carabinieri sollecitando la prefettura. Il totale immobilismo di questa maggioranza – ha dichiarato il consigliere Zamparini – è disarmante. Le priorità non possono essere i sensi unici sulle strade, oltretutto mal fatti, ma la sicurezza e l’incolumità dei cittadini”. Sulla vicenda è intervenuto anche il Partito Democratico che, pur non essendo in consiglio comunale, ha seguito con preoccupazione l’escalation dei furti. “Il sindaco Porcarelli – ha detto Angelo Cola – chieda la convocazione del Comitato per la sicurezza e ordine pubblico al fine di esaminare la situazione. Studi, poi, la possibilità di pattugliamento da parte degli uomini messi a disposizione dal Ministero della Difesa e rilanci il servizio di polizia locale che pomeriggio e sera è inesistente”.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy