ANCHE A CERRETO AUMENTANO GLI SFOLLATI. GENGA, OCCHIO ALLE TRUFFE

Danni e paura anche a Cerreto d’Es. Un intero palazzo evacuato in via Leopardi, tre chiese monumentali chiuse, cimitero lesionato, asilo nido inagibile, il centro storico che preoccupa, gli sfollati che aumentano. E’ il bilancio provvisorio del terremoto a Cerreto d’Esi. La scossa 4.7 di ieri mattina ha peggiorato la staticità di alcune abitazioni del centro tanto che il sindaco Giovanni Porcarelli ha fatto transennare l’area. Sono giorni difficili per la popolazione alle prese anche con il maltempo alle porte. Anche a Cerreto è stato attivato il punto di incontro presso il palazzetto cittadino dove quasi duecento persone dormono ogni notte. “Grazie ai volontari della Protezione Civile, al personale di Croce Azzurra e ai militari della stazione – ha detto l’arciprete don Gabriele Trombetti – la popolazione è stata alleviata da tante sofferenze. Gli anziani, purtroppo, sono i più indifesi e soffrono anche di solitudine.” L’ufficio tecnico è a lavoro a pieno ritmo. “Dai sopralluoghi effettuati – ha spiegato il sindaco Giovanni Porcarelli – risultano tanti edifici inagibili e sono state evacuate al momento 60 persone che sono state in  parte ricollocate presso le strutture alberghiere. Pochi quelli che si sono sistemati presso seconde abitazioni o da parenti. L’amministrazione comunale ha messo a disposizione il palazzetto, ma l’obiettivo è avere, quanto prima, i container in attesa della ristrutturazione degli stabili.” Il palazzo comunale è parzialmente inagibile, le tre chiese della città sono chiuse in attesa di ulteriori verifiche. Il parroco ha trasferito la chiesa per le funzioni liturgiche presso il centro parrocchiale di nuova costruzione ed è, al momento, uno dei pochi luoghi di ritrovo per giovani e non. Lesioni anche al cimitero nella parte vecchia. Inagibile l’asilo nido e parte della residenza protetta per gli anziani. Problemi anche nel centro storico al momento transennato. Sono in corso ulteriori verifiche.

GENGA: OCCHIO ALLE TRUFFE

Prevenzione Truffe: Personale autorizzato ai sopralluoghi di verifica. I sopralluoghi per le inagibilità sono effettuati solo su richiesta del proprietario o dell’inquilino dell’abitazione a cura dei Vigili del Fuoco o dal personale dell’ufficio tecnico Comunale, (Ing. Loretelli – Ing. Mulattieri) con auto di servizio con stemma del Comune di Genga. Nessun altro è autorizzato ad entrare nelle abitazioni. Nel caso di dubbio richiedere documento di identià personale ed eventualmente segnalare i soggetti sospetti ai numeri di Polizia 113, Carabinieri 112, Guardia di Finanza 117, Polizia municipale 339 8004395.

M.A.

 

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy