L’ASSESSORE PALLUCCA E LA VIVACITA’ ASSOCIATIVA DI FABRIANO

Un mese di dicembre ricco di iniziative culturali, mostre, convegni, concerti, spettacoli teatrali che hanno contribuito a rendere il cartellone natalizio che si è concluso il 6 gennaio particolarmente interessante e con un’offerta culturale ad ampio respiro. Ne parliamo con l’Assessore alla Cultura del Comune di Fabriano Barbara Pallucca.

Una chiusura del 2015 interessante dal punto di vista dell’offerta culturale della Città di Fabriano, possiamo fare un bilancio?

Sicuramente un bilancio positivo! Un cartellone ricco di manifestazioni ed iniziative per tutti i gusti, dall’intrattenimento in piazza per adulti e bambini agli eventi culturali di qualità realizzati in centro, a partire dalla Biblioteca, che mantiene il ruolo di fulcro della vita culturale cittadina e che ha ospitato insieme al Museo della Carta e della Filigrana, una rassegna di mostre e incontri dedicati ad Aldo Manuzio, nel cinquecentenario dalla morte, mentre un altro appuntamento culturalmente rilevante è stato l’incontro dedicato alla figura di Bruno Molajoli, a 30 anni dalla sua scomparsa. Da ricordare inoltre le suggestive immagini curate da Paolo Buroni e offerte alla città dalla Fondazione Carifac, che sono state proiettate sui palazzi prospicienti Piazza del Comune e che hanno permesso di rivedere virtualmente le opere del Maestro Gentile da Fabriano. Una chiusura importante infine con il concerto a Teatro per i 50 anni del maestro Marco Agostinelli, che ha visto lavorare in modo sinergico tutti coloro che hanno fatto musica e teatro negli ultimi 50 anni a Fabriano.

Tante le iniziative proposte anche dalle Associazioni culturali, sicuramente un valore aggiunto in questo momento in cui la città soffre soprattutto per la mancanza di fondi da destinare anche alle attività culturali?

In effetti sono state realizzate molte iniziative anche grazie al contributo di cittadini, associazioni e altri soggetti, a fronte di una spesa necessariamente contenuta a causa dei problemi di bilancio. Già da tempo l’Amministrazione è entrata in sinergia con le Associazioni del territorio, con le quali organizza e propone eventi e manifestazioni di vario genere. La vivacità associativa di Fabriano è stata del resto sempre una caratteristica della nostra città ed in questo momento di scarsi fondi la collaborazione tra Associazioni, privati, commercianti e Amministrazione Comunale può portare nuovo impulso alla vitalità cittadina.

Il Teatro Gentile è un fiore all’occhiello della nostra città, protagonista di molti eventi e spettacoli…

Si. Il Gentile, dopo la residenza del 15 gennaio, prosegue la stagione teatrale con il balletto, la prima nazionale di “Camera con vista”, sempre in residenza e il musical. Riprendono anche gli appuntamenti della stagione sinfonica e della musica da camera inaugurati nel 2016 con il concerto gratuito del 3 gennaio.

Il 2016 è appena iniziato e speriamo che questo fermento culturale non si assopisca dopo il periodo natalizio. La cultura e gli eventi ad essa collegati possono essere visti come una possibilità per uno sviluppo alternativo per il nostro territorio, anche dal punto di vista dell’accoglienza e della promozione turistica di Fabriano?

Certamente una ricca offerta di iniziative culturali e per l’intrattenimento può rendere più attrattivo il territorio di Fabriano per turisti e visitatori innescando anche un meccanismo di sviluppo delle attività economiche in generale. Si tratta quindi di definire un piano di promozione e marketing territoriale a supporto delle iniziative messe in atto al fine di intercettare un maggior afflusso di turisti e coinvolgere gli stessi fabrianesi, che per primi dovrebbero riappropriarsi della città e godere di tutte le opportunità che offre.

Gigliola Marinelli

(Nella foto l’assessore durante la conferenza stampa con Monica Guerritore)

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy