PD: ‘CARO PORCARELLI, FAI IL FURBO?’     

In questi giorni, i cerretesi si stanno vedendo recapitare una lettera del sindaco che invita i cittadini al rispetto delle regole per lo smaltimento dei rifiuti, altrimenti il Comune non raggiungerà la percentuale minima del 65% di raccolta differenziata stabilita per legge. Ciò comporterebbe un aumento della tassa sui rifiuti. Inaudito, la TARI a Cerreto è già alle stelle, quanti soldi vogliamo strappare ai cittadini, commercianti ed imprenditori? La cosa più atroce è che la missiva sembra voler dare la colpa ai cerretesi se pagano molto e pagheranno ancora di più. E’ vero che bisogna differenziare bene, ma dov’era, se c’era, il preposto al controllo? Dicembre è finito, non potevate dirlo prima? Che vergogna, ci prendono pure in giro! Che fine ha fatto l’appalto per la concessione del servizio?  È colpa dei cittadini se non si è stati capaci di fare un appalto e Cantone dell’Anticorruzione Nazionale lo ha bloccato? Signor sindaco sei tu che hai deciso di prorogare il servizio alla ditta che lo gestiva in precedenza, ecco i risultati. Chi ha deciso di cambiare una gestione che nel 2013 ha raggiunto il 74,52% di differenziata? Sono ancora al loro posto ad occuparsi di appalti? E’ ora di finirla di spremere i cittadini come limoni, piuttosto fai qualcosa per risolvere la questione…se ne sei capace.

Pd Cerreto d’Esi

 

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy