PARLA LA TITOLARE DELL’AUTOGRILL FABRIANO NORD. ‘TRE FURTI, BASTA’

I Carabinieri della Compagnia di Fabriano indagano sugli assalti avvenuti, nell’arco di quattro giorni, ai due Autogrill cittadini situati lungo la SS76. Ad agire, con molta probabilità, è stata la stessa banda del buco che avrebbe monitorato a lungo le due attività prima di agire a colpo sicuro. Con due assalti si sono portati via più di 40 mila euro tra denaro contante e tabacchi. Rompe il silenzio la titolare dell’attività commerciale dell’area di servizio Fabriano Nord. “Tre furti in pochi anni. Non ce la faccio più. Pensavo di vivere tranquillamente, invece, non è così. Ogni volta devo ricominciare da capo e spendere tanti soldi. Ho paura.” Si sfoga così Fatima Elaboudi, la 33enne titolare dell’Autogrill che è stato assalito nella notte tra lunedì e martedì da una banda di ladri. La donna vive in città da 15 anni ed è arrivata in Italia dopo aver lasciato il Marocco. Ha rilevato l’attività commerciale situata lungo la SS76, poche centinaia di metri dopo l’uscita Albacina, in direzione Fabriano, nel 2009. Quando l’altro giorno ha aperto l’esercizio commerciale ha trovato calcinacci, polvere, danni e disperazione. La banda del buco ha agito a colpo sicuro aiutata anche dal malfunzionamento dell’allarme che non è scattato per un problema tecnico. “Prima hanno fatto un buco con la mazza nella parete posteriore dell’edifico poi, una volta dentro, hanno praticato un altro foro nello spogliatoio per raggiungere la stanza dove è posizionata la cassaforte. Poi – confida – l’hanno danneggiata ed asportato in poco tempo sigarette, Gratta e vinci, denaro contante e ricariche telefoniche per un valore complessivo di più di 20 mila euro. Mi sento abbandonata e non sto per niente tranquilla.”

m.a.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy