GIACOMO IN PROGNOSI RISERVATA, LA VICINANZA DEGLI AMICI

Giacomo Barocci, il 25enne residente a Borgo 2000 di Fabriano – ma per tanti anni a Marischio – è in prognosi riservata da venerdì sera. E’ stato ricoverato all’ospedale Profili di Fabriano a seguito di un drammatico incidente avvenuto tra via Monti e via Campo Sportivo a poche centinaia di metri dallo stadio comunale. Erano le 21,45 quando furono allertati i soccorsi. Carabinieri, 118 e Vigili del Fuoco arrivarono sul posto a sirene spiegate Cinque i mezzi coinvolti nell’incidente e due giovani feriti. Uno è in gravi condizioni, l’altro, P.B., è stato medicato al pronto soccorso ed è stato dimesso. Ancora da chiarire la dinamica che ha portato le due macchine a scontrarsi. Forse l’alta velocità o una distrazione o una delle auto che procedeva contromano – e non il maltempo – all’origine del tamponamento. La Fiat Panda e la Ford Fiesta sono finite su tre vetture parcheggiate regolarmente lungo la strada. Distrutte le due macchine. Hanno riportato danni meno seri, invece, le altre auto coinvolte: una Peugeot 206, una Twingo e una Mercedes. I vigili del fuoco hanno lavorato diverse ore per liberare la carreggiata: sono stati attimi di paura. Il 31enne alla guida della Panda, infatti, era rimasto incastrato tra le lamiere e non è stato facile tirarlo fuori. I medici parlano di una prognosi di pochi giorni: solo ferite per lui. Paura anche tra i residenti che si trovavano nelle case vicino al luogo dell’incidente. “Abbiamo sentito un forte boato, ci siamo spaventati – spiegano – e siamo corsi sulla finestra per vedere se fosse successo qualcosa. Una scena veramente brutta. Quando succedono queste cose non possiamo che ripetere ai nostri figli e nipoti di guidare con prudenza ed evitare qualsiasi distrazione.” Da venerdì sera i genitori, i parenti e gli amici di Giacomo sono in attesa di buone notizie da parte dei sanitari. Messaggi affettuosi arrivano anche dalla rete: “Non ti arrendere – scrivono – combatti.” In terapia intensiva Giacomo è monitorato ventiquattro ore su ventiquattro e i medici hanno deciso di sottoporre il ragazzo al coma farmacologico per superare questa prima fase post trauma. “Si salverà – confidano alcuni amici con le lacrime agli occhi – davanti all’Ospedale Profili. Era un normale venerdì sera e Giacomo è una persona veramente buona che non ha fatto del male a nessuno. Solare e disponibile. Tornerà in mezzo a noi più forte di prima.” Silenzio anche a Marischio, frazione dove il giovane risiede. I suoi amici lo attendono anche li. Era impegnato tutte le estati per la festa dello Sgarufo che raduna ogni anno migliaia di giovani nel paese famoso per la pineta e le spuntature. Aumenta, intanto, il numero dei cittadini che puntano il dito contro la viabilità caotica come causa dell’incidente: la pedonalizzazione di un tratto di cittadella dello sport e i lavori nella vicina Via Martiri di Marzabotto hanno incrementato il traffico nel tratto dell’incidente.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy