Lavori e risorse umane negli uffici, il punto del sindaco di Fabriano

Fabriano – Risorse umane e lavori pubblici: sono i due temi che in questo mese e mezzo l’Amministrazione comunale di Fabriano ha seguito in modo particolare. Previste assunzioni in autunno con il Piano del fabbisogno del personale in via di approvazione. «L’impegno si è focalizzato subito – sottolinea il sindaco Daniela Ghergo coadiuvato dall’assessore Pietro Marcolini – nell’affrontare i punti critici di un’organizzazione paralizzata dalla carenza del personale, al di sotto delle necessità e con uno stato d’animo mortificato che ha causato un indebolimento piuttosto serio delle capacità realizzativa dell’ente». I problemi relativi all’organizzazione sono stati affrontati cercando di aumentare la dotazione della pianta organica nei punti nodali, di riorganizzare le aree che non hanno funzionato e quelle più sofferenti come, ad esempio, il servizio Lavori Pubblici. «L’Amministrazione avvierà un lavoro partecipato in consiglio comunale e nella città per ricostruire una strategia intrecciata di opportunità con al centro Fabriano ed i suoi problemi, per individuare soluzioni e strategie» dice Ghergo. Per questo la Giunta ha intenzione di presentare analisi e proposte per la città, nel prossimo autunno: «costituirà una traccia per il lavoro amministrativo» precisa l’assessore al Bilancio Marcolini. Nel dettaglio: per quanto riguarda le cosiddette risorse umane c’è il nuovo Piano del fabbisogno in corso di approvazione. Previsti anche due incarichi all’amministrazione. Da sottolineare che sono state assunte 4 unità ad aprile e a luglio ed agosto sono state concluse 2 procedure concorsuali che permetteranno nel mese di settembre di effettuare le assunzioni previste. Nel mese di settembre si svolgerà il concorso per ingegneri che permetterà le assunzioni già dai primi di ottobre. L’ufficio per la ricostruzione ha finanziato 2 assunzioni per supporto PNRR/fondi complementari. In questi mesi la Giunta Ghergo, in ambito di avanzo di amministrazione, tra le altre cose, ha proseguito la progettazione della nuova caserma, dato l’ok per la rimozione dell’amianto dal capannone del centro storico, autorizzato manutenzione straordinaria delle strade per 185mila euro, ha completato la sostituzione della canna fumaria presso la Casa Riposo Santa Caterina per una spesa di 50mila euro, acquistato attrezzature palestra Mazzini, predisposto la manutenzione straordinaria del muro di Nebbiano per 15mila euro. Per la progettazione inerente i lavori al Palaguerrieri sono stati messi a bilancio 70mila euro. Da riprendere a breve anche il progetto di demolizione e ricostruzione post sisma 2016 della scuola Giovanni Paolo II.

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy