Lavori pubblici, i progetti dell’Amministrazione comunale

Lavori pubblici a Fabriano: alcuni potrebbero partire in questi ultimi mesi di mandato. Il sindaco, Gabriele Santarelli, fa il punto della situazione e annuncia una serie di progetti pronti che potranno essere finanziati a breve. “Partendo dalle frazioni è previsto l’intervento per risolvere la criticità relativa al muro pericolante di Nebbiano e il completamento dei lavori di riqualificazione dell’ex scuola di Precicchie. L’obiettivo è quello di installare anche dei giochi nei parchi situati nei paesi” dice il primo cittadino che precisa come “questi e altri progetti, tutti sotto i cento mila euro, potranno essere finanziati appena approvato il rendiconto”. C’è poi la rotatoria del quartiere Pisana, la pista ciclabile dal parcheggio scambiatore di via Dante fino al centro storico, il recupero e la riqualificazione dell’area di attesa di piazzale Matteotti. “Tra gli interventi urgenti – dichiara Santarelli – c’è anche la sistemazione della sede temporanea degli uffici della Polizia nell’immobile ex Fermi. In programma anche l’estensione della pubblica illuminazione nelle vie attualmente sprovviste come via Mattarella e via Grandi”. Per quel che riguarda il settore sportivo è pronto il progetto per la conversione dell’ex piscina comunale in struttura polifunzionale e per la manutenzione straordinaria del tetto e degli spogliatoi del PalaCesari. Si attende l’avvio dei lavori di messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali della città con sistemi di illuminazione attiva. Diversi anche i progetti in itinere come la riqualificazione dell’illuminazione di Piazza del Comune, del Loggiato San Francesco e di piazza San Giovanni Paolo II, in centro. E’ prevista l’installazione di luci led a basso consumo energetico ed è stato consegnato il progetto definitivo. Capitolo manutenzione strade: è previsto un intervento nel tratto di via Dante dalla rotatoria del centro commerciale fino all’intersezione di via Bennani, poi i marciapiedi di via Don Minzoni, di via Serraloggia e di viale Zobicco. “Questi progetti in itinere sono realizzabili grazie al fondo Pnrr complementare al sisma” dice il sindaco. Intanto si sta predisponendo la documentazione per partecipare a un bando a maggio. “L’intenzione è quella di lavorare per riqualificare gli spazi che ospitano il Museo dell’Acquerello oltre che per aggiornare le dotazioni tecnologiche della Pinacoteca, del Museo della carta e della Biblioteca” conclude Santarelli. Intanto sono stati effettuati i lavori allo storico cinema Montini per renderlo idoneo al pubblico spettacolo con uscite di sicurezza a norma, impianto audio di sicurezza e recupero poltroncine. C’è sempre il progetto di farci un Museo Multimediale del Cinema.

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy