Riorganizzazione della macchina comunale, l’affondo della Cisl

Fabriano – La presa di posizione del sindacato Cisl in merito alla riorganizzazione degli uffici comunali di Fabriano e ad alcune critiche sollevate dal primo cittadino nel corso dell’ultima conferenza stampa. Domani mattina la replica del sindaco, Santarelli.

Il punto del sindacato

La Cisl non ritiene affatto che alcuni dipendenti comunali hanno posizionato ostacoli all’Amministrazione comunale, infatti, tutti i dipendenti hanno lavorato da sempre e continuano a lavorare esclusivamente nell’interesse della collettività fabrianese. La stessa Amministrazione comunale, infatti, ha approvato la riorganizzazione degli uffici dopo 4 anni di mandato con Deliberazione di Giunta Comunale n. 59 del 22/04/21. Evidentemente, quindi, la precedente riorganizzazione era funzionante, altrimenti sarebbe stata riorganizzata prima la macchina comunale e non quasi alla scadenza del mandato. Riorganizzazione a questo punto del tutto evitabile avvenuta, peraltro, senza il coinvolgimento della parte sindacale, ignorando anche le richieste della stessa parte sindacale effettuate con nota del 10/06/2021, redatta a seguito delle Assemblee del personale tenute in data 27/05/2021. In verità sono state molte le richieste avanzate da parte sindacale in questi 5 anni, ma il riscontro è stato veramente ridotto al minimo.
Come ad esempio è rimasta inevasa la richiesta sindacale del 26/09/2021 di assunzioni per la carenza di personale esistente nei Servizi demografici, in cui gli attuali pochi dipendenti in servizio a breve dovranno affrontare le elezioni comunali.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy