Cerreto d’Esi – Troppa burocrazia, si dimette l’assessore Sandro Cimarossa

Cerreto d’Esi – Si รจ dimesso Sandro Cimarossa, assessore a Bilancio, Lavori pubblici, Lavori pubblici, Sviluppo economico, Ambiente, Innovazione tecnologica di Cerreto dโ€™Esi. In un post social spiega che il motivo รจ la burocrazia che “non permette di lavorare bene”. Cimarossa precisa che “ogni decisione che vorresti prendere si scontra con leggi, pareri, approvazioni, capitoli, regolamenti, responsabili, entitร  esterne che fanno perdere del tempo e talvolta rendono anche impossibile raggiungere gli obiettivi”. E se per decisioni di grande portata questa burocrazia per alcuni รจ in parte comprensibile “per le attivitร  di tutti i giorni รจ insopportabile”. Tutto questo “mi porta ad avere nervosismo, un senso di inutilitร  e la delusione di non riuscire a fare quello che vorrei per i cittadini”. Nel salutare tutti lโ€™ex assessore ha evidenziato la massima collaborazione avuta sia con la maggioranza, sindaco in primis, che con lโ€™opposizione e gli uffici comunali. Sulla vicenda, ieri, รจ intervenuto il primo cittadino, David Grillini. “Con Cimarossa โ€“ dichiara – abbiamo lavorato dal primo giorno in perfetta sincronia ed in maniera instancabile per Cerreto dโ€™Esi”. Poi precisa: “La Giunta ha impostato la sua attivitร  sulla presenza quotidiana in Comune ed unโ€™azione portata avanti con meticolositร , rigore e scrupolositร . Lโ€™assessore si รจ distinto per unโ€™abnegazione totale, coniugata con le sue riconosciute competenze. Ha svolto un lavoro determinante. Proprio lโ€™unitร  di intenti e il consolidato rapporto umano ci impongono di rispettare la sua scelta che non nasce da questioni politiche nรฉ โ€“ conclude – da rapporti personali che sono e rimangono ottimi”. A breve la nomina del successore di Cimarossa da parte del sindaco. Dalla minoranza di pensiero diverso Marco Zamparini, consigliere comunale di Cerreto dโ€™Esi Bene Comune: “Le motivazioni personali sono semplicemente una scusa per coprire una frattura politica interna alla Giunta. Credete veramente che siamo tutti cosรฌ ingenui? Lโ€™unica cosa che potete fare ora รจ quella di andare tutti a casa”.

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione รจ obbligatorio accettare la nostra privacy policy