Presepe vivente, quest’anno c’è la rappresentazione di Genga

Dopo lo stop imposto l’anno scorso dall’emergenza Covid-19, torna, a Frasassi di Genga, il Presepe vivente. L’edizione numero 37 sarà in calendario il 26 dicembre e il 2 gennaio, dalle 14:30 alle 18:30 con prenotazione obbligatoria. L’ingresso sarà riservato ai possessori di biglietti acquistati su www.presepedigenga.it e sarà consentito solo con Super Green Pass. Si cerca, così, di ridurre al minimo il rischio assembramenti. Quello di Genga è il Presepe vivente più grande al mondo per estensione, ben 30mila metri quadri, che si snoda lungo il costone roccioso che conduce fino al Santuario di Valadier. Sono circa 300 i figuranti che vengono impegnati per la rappresentazione della Natività che va avanti dal 1981. Sono oltre 400mila le persone che in questi anni sono accorse a Genga per ammirarlo. A Precicchie di Fabriano, invece, il famoso presepe vivente non si svolgerà secondo le modalità tradizionali. “La situazione epidemiologica ci impedisce di programmare con serenità un evento incentrato sull’incontro, l’aggregazione e la condivisione” riferiscono, in una nota, gli organizzatori. Non era stato messo in calendario, nemmeno quest’anno, l’altro presepe vivente del comprensorio, quello organizzato a Coldellanoce di Sassoferrato.

m.a.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy