“Il Bilancio consolidato non è oggi all’ordine del giorno del consiglio comunale”

Fabriano – Si svolgerà con molta probabilità entro il mese e non entro il 20 novembre, sabato, come era stato stabilito nel corso di una recente riunione in prefettura alla presenza dell’Ente e dei sindacati, il consiglio comunale, a Fabriano, per l’approvazione del bilancio consolidato 2020. Il termine per l’approvazione era scaduto il 30 settembre e il ritardo ha determinato una serie di stop ai lavori in città e alle assunzioni. Dopo il vertice in Prefettura di fine ottobre, infatti, l’Amministrazione comunale decise di affidare, con determina firmata l’8 novembre, l’incarico di redigere il bilancio consolidato a una società esterna, con sede a Pesaro. Dichiara il sindaco, Gabriele Santarelli: “Siamo in attesa che lo studio ci consegni i documenti per poter poi convocare il consiglio comunale”. Dall’opposizione il consigliere Andrea Giombi, Fabriano Progressista (oggi dovrebbe essere comunicato il suo passaggio al Partito Democratico), attacca: “La mancata approvazione nei tempi di questo bilancio determina l’impossibilità di effettuare nuove assunzioni. Il Comune è oltremodo inadempiente, in quanto il bilancio consolidato non verrà votato dal Consiglio Comunale neppure nella seduta di giovedì (oggi, ndr) nonostante il monito della Prefettura che, all’incontro con sindacati e Comune, aveva dato come termine ultimo il 20 novembre. Termine che, verosimilmente non verrà rispettato”. Giombi evidenzia che sono stati spesi “2.918 euro di denaro pubblico per l’affidamento diretto a una società esterna per completare il bilancio consolidato” e che “questo caos amministrativo deriva dalla continua sostituzione dei Dirigenti perpetrata in questo periodo”. Nei giorni scorsi, intanto, è stata firmata la determina riguardante il Contributo Autonoma Sistemazione attivo dal sisma 2016. Effettuato l’impegno di spesa, in data 4 novembre, per il pagamento del contributo relativo al mese di settembre e precedenti. Nell’ambito della riorganizzazione della macchina comunale, poi, sono state firmate una serie di determine per l’avvio dell’avviso pubblico per il conferimento dell’incarico di “posizione organizzativa” in questi settori: edilizia privata/sisma; urbanistica e ambiente; cultura e turismo; lavori pubblici. Nel consiglio comunale di questa sera, invece, si tornerà a parlare dei lavori alla scuola Marco Polo chiusa a maggio, dei lavori al PalaGuerrieri e delle criticità al cimitero di Santa Maira con il settore 8 chiuso da più di un anno e mezzo. Ci sarà anche la surroga della consigliera M5S, Sara Marinucci, dimessa, con la convalida del primo dei non eletti, Fabio Filipponi.

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy