Asur Marche: “Guadagnare salute con le Life Skills”.

Il programma “Guadagnare Salute con le Life Skills”, attivo nelle scuole della Regione Marche dall’anno scolastico 2013/2014, è stato selezionato dalla Commissione Europea tra le dieci migliori “buone pratiche” nel campo della “Promozione della salute e prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili” nell’anno 2021. Tramite un bando specifico, i Paesi Europei hanno presentato 43 buone pratiche, di cui solo 10 – tra cui quella marchigiana – rispondevano a precisi criteri di valutazione e selezione definiti da un gruppo di esperti. “Guadagnare Salute con le Life Skills” è un programma finalizzato a sviluppare e potenziare le abilità emotive, relazionali e cognitive (life skills) degli alunni dai 3 ai 14 anni attraverso attività svolte in classe da docenti appositamente formati sulla Life Skills Education e su appositi Manuali redatti dall’AV5. “Le life skills – spiega la Dott.ssa Maria Grazia Mercatili, Responsabile dell’U.O.S.D. Promozione Educazione Alla Salute dell’Area Vasta 5 di Ascoli Piceno – sono abilità di vita che consentono alle persone di rapportarsi con fiducia a se stessi, mettersi in relazione con gli altri ed affrontare efficacemente le difficoltà della vita quotidiana. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ne ha individuate dieci che ritiene essere alla base del benessere individuale e relazionale di tutti gli individui ed è proprio su queste dieci che si basa il nostro programma. Dal 2013 ad oggi sono stati coinvolti più di 40.000 alunni delle Scuole dell’Infanzia, Primarie e Secondarie e più di 2.500 insegnanti (grazie alla collaborazione con l’Agenzia Regionale Sanitaria – Regione Marche e con l’Ufficio Scolastico Regionale), formati e seguiti da un gruppo regionale di esperti delle cinque Aree Vaste dell’ASUR Marche. Il gruppo di lavoro, che fa capo alla Dott.ssa Giulia Del Vais, curatrice dei manuali e delle azioni rivolte alle scuole, ha realizzato sei volumi per i docenti e tre per i genitori, dove si affrontano non solo temi di Life Skills Education, ma anche quelli dei corretti stili di vita, grazie anche al supporto del Dott. Daniele Luciani, dell’assistente sanitaria Anna Graziella Agatiello e degli psicologi della Lega Italiana Lotta contro i Tumori- LILT- della sede di Ascoli Piceno”. La LILT, con cui l’Area Vasta 5 ha da tempo un protocollo formalizzato per la condivisione di iniziative di promozione della salute nelle scuole, ha dato al programma “Guadagnare Salute con le life skills” un contributo di rilievo sia nella realizzazione dei materiali formativi che nella proposta delle azioni nelle scuole. Il Dott. Raffaele Trivisonne, presidente della sezione LILT di Ascoli Piceno, sottolinea l’importanza di sostenere azioni di promozione della salute nelle scuole già a partire dai primi anni della Scuola dell’Infanzia ed ha consentito che l’iniziativa regionale si avvalesse del prezioso contribuito di operatori della stessa LILT, in particolare della Dott.ssa Barbara Sbrolla. Il programma, riconosciuto come obiettivo regionale all’interno del Piano Regionale di Prevenzione e implementato in tutto il territorio marchigiano, è particolarmente importante non solo perché promuove lo sviluppo delle life skills ma anche perché, attraverso di esse, mira a prevenire i fattori di rischio per le principali malattie croniche non trasmissibili legati all’alcol, al fumo, alla scorretta alimentazione e all’inattività fisica. La sfida al contrasto delle malattie croniche e dei relativi fattori di rischio ha bisogno di un approccio che segua tutto l’arco della vita ed è, quindi, fondamentale sviluppare azioni specifiche fin dall’infanzia che si pongano in continuità tra un ordine di scuola e l’altro, di cui “Guadagnare Salute con le life skills” è un importante esempio. Nel Portale della Commissione Europea è possibile visionare la presentazione della buona pratica marchigiana, dal titolo “Gaining Health through Life Skills Education”, al seguente link: https://webgate.ec.europa.eu/dyna/bp-portal/practice.cfm?id=382

I DATI

Recenti dati mostrano che il 30,2% dei bambini residenti nelle Marche è in sovrappeso o obeso, un po’ più alto della media nazionale (29,7%), ma inferiore al dato regionale del 2016 (32%). L’8,3% dei bambini non fa colazione (8,7% media nazionale) e il 25,3% non mangia frutta o verdura ogni giorno (24,3% in Italia). Anche la prevalenza di inattività è elevata, con il 25,8% dei bambini che non svolge alcuna attività fisica nel giorno precedente l’indagine (20,3% in Italia) e il 48,2% che ha la tv in camera da letto (43,5% in Italia). Recenti dati nazionali, inoltre, segnalano che tra i preadolescenti (11-15 anni) la percentuale di quanti dichiarano di aver fumato sigarette almeno un giorno nell’ultimo mese aumenta sensibilmente con il crescere dell’età sia nei ragazzi che nelle ragazze, con una marcata differenza di genere a 15 anni (24,8% nei ragazzi e 31,9% nelle ragazze). Anche la percentuale di chi dichiara di aver consumato alcolici almeno un giorno nell’ultimo mese aumenta con l’aumentare dell’età sia nelle femmine che nei maschi, con differenze di genere in tutte e tre le fasce d’età: 3,5% (femmine) e 9,7% (maschi) ad 11 anni, 16,5% (femmine) e 23,3% (maschi) a 13 anni, 45,2% (femmine) e 53,5% (maschi) a 15 anni.

cs

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy