“Niente di green di cui parlare”, botta e risposta Csa Fabbri – sindaco di Fabriano

Il Laboratorio Sociale Fabbri contro la decisione del Comune di Fabriano di inviare a Remake Festival l’Amministratore Delegato dell’Ansaldo Nucleare alla tavola rotonda sul “green”. Decisione definita dagli attivisti “grottesca e dannosa visto che gli italiani si sono espressi chiaramente contro il nucleare”. Secondo il Laboratorio Fabbri “il Ministro della Transizione Ecologica, Cingolani, oltre a definire gli ambientalisti “radical chic”, ha rilanciato la fissione nucleare in Italia e con l’ingannevole scusa del caro bollette sostiene le trivellazioni di gas e petrolio promuovendo nuovi gasdotti, come l’autorizzazione al mega gasdotto Poseidon, con approdo a Otranto”. Gli attivisti, che oggi parteciperanno a Roma, con la rete Trivelle Zero/Marche, alla manifestazione sotto al Ministero della Transizione Ecologica, per chiedere un cambio di passo, hanno affisso uno striscione sul Loggiato San Francesco per sensibilizzare su questo evento nella Capitale e per rimarcare “niente di green di cui parlare” in riferimento alla tavola rotonda di Remake.

Replica il sindaco, Gabriele Santarelli: “Nella vita bisogna avere il coraggio delle proprie idee e sapersi confrontare con chi la pensa diversamente. Non ha senso contestare l’organizzazione di un dibattito dove è stata invitata una persona che porta interessi particolari e avversati. Fa ridere che questa Amministrazione venga accusata di essere vicina alla lobby del nucleare”. Secondo il primo cittadino, che sottolinea di essere “convintamente contro il nucleare” l’attuale Giunta “ha dimostrato con i fatti l’attenzione per l’ambiente delle attività legate al Comune. Dalla sostituzione dei lampioni con luci led ai pullman scolastici a metano, dall’efficientamento energetico di tutte le scuole e degli altri immobili del Comune di Fabriano, all’attivazione del primo bus navetta elettrico della regione, dall’installazione delle tanto derise colonnine per la ricarica elettrica alla piantumazione di alberi”.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy