Lupini (M5s): “Vaccinazioni a Fabriano, anziani sballottati tra convocazioni e pratiche”

Fabriano – Le consigliere 5 stelle Lupini e Ruggeri chiamano in causa l’assessore regionale alla Sanità sui disservizi nella somministrazione del vaccino Covid. Una convocazione per il vaccino Astra Zeneca, inaspettata per la situazione clinica: nuovi documenti da compilare, una lunga attesa al Punto Vaccinale, e poi un ritorno a casa senza vaccino. E’ la situazione surreale in cui si sono trovati negli scorsi giorni alcuni over-80 fabrianesi, convocati per essere vaccinati presso il PalaFermi ma che al loro arrivo si sono trovati in una situazione complicata: le loro patologie avrebbero richiesto altri tipi di vaccino, e infatti ai malcapitati è toccato tornare a casa, dopo aver compilato una nuova anamnesi e aver aspettato a lungo.

E sulla situazione si muovono ora le consigliere regionali dei 5 stelle, Simona Lupini e Marta Ruggeri: “I tempi del Consiglio, purtroppo, seguono ritmi precisi: per questo abbiamo sollecitato con una lettera diretta l’assessore Saltamartini. Asur e personale sanitario stanno facendo uno sforzo incredibile, per portare avanti la campagna vaccinale: dobbiamo metterle in condizione di lavorare al meglio. Ora che la campagna vaccinale dovrebbe accelerare ulteriormente, la Regione deve assicurarci che gli strumenti scelti per gestire prenotazioni e raccolta dati siano adeguati, per tutelare gli utenti e gli operatori sanitari” sottolinea Simona Lupini. Le consigliere sono in prima linea sul tema, con una mozione recentemente approvata che impegna la Regione proprio a comunicare ogni giorno in una piattaforma dedicata i dati e il programma delle vaccinazioni, e molte interrogazioni dedicate alle vaccinazioni di caregiver, persone fragili, assistenti sociali ed educatori, docenti. (cs)

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy