SALE SU UNA GRU MINACCIANDO DI GETTARSI. SALVATO DAI CARABINIERI

Jesi – Attimi di paura in un quartiere di Jesi nei pressi del centro cittadino presso un cantiere edile incaricato di costruire una palazzina di 7 piani, quando stamattina, venerdì 18 settembre, un 55enne, non del posto, salito all’alba minacciava di gettarsi da una gru ad un’altezza di circa 20 metri. I carabinieri della Compagnia di Jesi, intervenuti sul posto, si sono diretti sul solaio in costruzione iniziando un lungo dialogo con l’uomo al fine di calmarlo. Comprese le ragioni del gesto, riconducibili a dei mancati pagamenti stipendiali necessari per il suo sostentamento famigliare, sono riusciti a riportarlo alla ragione, convincendolo infine a scendere. Oltre ad evitare il peggio, l’intervento risolutivo dei carabinieri ha permesso anche di sbloccare il versamento degli emolumenti dovuti all’operaio che minacciava di suicidarsi. (Cs)

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy