DONATO UN ECOGRAFO PORTATILE PER L’USCA DELL’OSPEDALE PROFILI

Fabriano – Parola d’ordine: solidarietà. Salvaguardare la struttura ospedaliera di Fabriano dalla pandemia e, nel contempo, garantire la massima tempestività e vicinanza ai pazienti contagiati dal Covid-19. Questo il duplice obiettivo che viene centrato dalla terza donazione che la Fondazione Carifac ha effettuato in favore del presidio ospedaliero cittadino Profili. Il tutto grazie alla generosità di tante persone che hanno aderito alla raccolta di solidarietà da noi promossa, in sinergia con Ariston Thermo Group, il presidente della Fondazione Aristide Merloni, Francesco Merloni e in partnership con Radio Gold Fabriano. Donato al personale dell’Unità speciali per la continuità assistenziale (USCA) un ecografo portatile Sonosite con sonde per ecocardiografia ed ecografia toraco-addominale. Istituite con Delibera di Giunta Regionale n. 384 del 27 marzo scorso, le Unità speciali per la continuità assistenziale, su chiamata dei medici di medicina generale o dei pediatri di libera scelta o dalla Guardia Medica, effettuano controlli al domicilio dei malati o sospetti contagiati di Covid-19 e, ove necessario, eseguono i tamponi per la verifica della positività al coronavirus.

I medici

“Potenziare le capacità diagnostiche delle USCA significa non solo migliorare l’assistenza specifica al paziente, ma evitare soprattutto un promiscuo accesso alla struttura ospedaliera riducendo in tal modo i rischi di contagio quale ulteriore garanzia per un ospedale No-Covid come il nostro nosocomio”, evidenzia il presidente della Fondazione Carifac, Marco Ottaviani. “Un doppio regalo da parte della nostra comunità. Una strumentazione strategica che potenzia la sanità del territorio nella fase di questa emergenza e una opportunità in più alla sua conclusione, per tutto l’ospedale Profili, che semplificherà l’algoritmo diagnostico già al letto stesso del paziente e nelle condizioni di urgenza” dice il dirigente dell’Unità operativa complessa di Medicina del Profili, Maicol Onesta. Una strumentazione, dunque, che consentirà di continuare ad affrontare la Fase 1 dell’emergenza e trovarsi pronti per la Fase 2 dell’epidemia Covid-19.

La solidarietà continua

La solidarietà dei fabrianesi non si ferma! La settimana scorsa ben 20 caschi sono stati donati dalla Fondazione Carifac all’ospedale Profili. Consentono di effettuare la ventilazione assistita in modalità Cpap dei pazienti contagiati dal Covid-19. “Grazie alla generosità di tutti coloro che stanno partecipando alla raccolta di solidarietà da noi promossa, in sinergia con Ariston Thermo Group, il presidente della Fondazione Aristide Merloni, Francesco Merloni e in partnership con Radio Gold Fabriano, siamo riusciti a far partire gli ordinativi in tempo utile per la pronta consegna al personale dell’Unità operativa complessa Anestesia-Rianimazione-Analgesia”, dice il presidente della Fondazione Carifac, Marco Ottaviani. Rappresentano un arricchimento tecnologico importante per l’ospedale Profili di Fabriano. “Abbiamo deciso di concentrare le risorse delle donazioni della raccolta di solidarietà per acquistare e far fronte alle richieste avanzate direttamente dagli operatori sanitari, in modo tale da ottimizzare i fondi e contribuire a tamponare l’emergenza da Coronavirus. Ancora una volta, tutto ciò è stato possibile grazie a tutti coloro che stanno effettuando le donazioni e che dimostrano grande sensibilità e vicinanza agli operatori sanitari dell’ospedale di Fabriano”, conclude Ottaviani.

La raccolta fondi prosegue: donazioni liberali con bonifico intestato a Fondazione Carifac su IBAN IT29K 03069 21103 10000 0003518 indicando in causale “Donazione liberale Emergenza COVID”.

Marco Antonini

 

 

 

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy