NUOVI TAMPONI POSITIVI NEL COMPRENSORIO FABRIANESE

di Marco Antonini

Fabriano – Aumentano i casi di positività al Covid-19. Tre in più a Fabriano, due a Sassoferrato. E’ il bilancio di oggi, venerdì 20 marzo, nel comprensorio fabrianese alle prese con l’emergenza sanitaria. Più di 200 le persone in isolamento in tutto l’entroterra. A Genga e Serra San Quirico nessun caso di Covid-19. Le cinque persone contagiate di cui si è avuta notizia poco fa si trovano fra il Pronto soccorso e la Covideria dell’ospedale Profili in attesa di essere trasferiti in presidi ospedalieri Covid-19 positivi o, se il loro caso clinico lo consentirà, nelle proprie abitazioni dove saranno monitorati dalle Autorità sanitarie con due telefonate al giorno. Complessivamente sono 16 i casi registrati a Fabriano da quando è iniziata l’odissea Coronavirus; 9 a Sassoferrato, comprese le due persone che, purtroppo, sono morte. I casi di oggi, nella città della carta, riguardano tre uomini, due ultrasettantenni e un cinquantenne. A Sassoferrato, invece, i casi annunciati riguardano un 80enne legato ad altre due persone già con tampone positivo e un commerciante di mezza età che aveva chiuso la sua attività prima delle disposizioni del Governo.

Qui Fabriano

“La Regione sta aumentando il numero dei tamponi e ragionevolmente nei prossimi giorni avremo una contabilità maggiore dei casi. Sono andato a fare la spesa: ho visto molta compostezza e rispetto delle regole nelle persone che erano nel negozio, ma non sono mancati comportamenti da stigmatizzare e poco collaborativi nei confronti del personale che controlla e regola l’afflusso di persone. Vi chiedo di essere collaborativi e di rispettare le poche regole che vengono richieste a tutti, compresa quella per cui si deve andare da soli a fare la spesa”. Così il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli.

Qui Sassoferrato

“Dagli aggiornamenti di oggi, 20 marzo, sono emersi due nuovi casi di positività al Covid-19 sul territorio comunale. Tutti i casi sono stati presi in carico dal Servizio Sanitario Nazionale che sta provvedendo a porre in essere le necessarie procedure per il corretto trattamento degli stessi. In totale, pertanto, il numero complessivo dei concittadini risultati positivi è pari a 9, inclusi i due casi di decesso. Si rinnova – dice il sindaco, Maurizio Greci – instancabilmente, l’invito alla popolazione alla scrupolosa osservanza alle prescrizioni già fornite a livello ufficiale dalle Istituzioni e ampiamente diffuse da questa Amministrazione nei giorni scorsi, richiamando la cittadinanza, soprattutto nell’odierno frangente, al più rigoroso rispetto del senso civico di comunità. Al riguardo si segnala, in particolare, che, gli organi preposti al controllo del rispetto delle misure di sicurezza di che trattasi stanno provvedendo a monitorare l’effettiva osservanza delle prescrizioni vigenti il cui mancato rispetto comporterà l’irrogazione di sanzioni anche di natura penale”.

Qui Cerreto d’Esi

ll Comune di Cerreto d’Esi insieme al Gruppo Comunale di Protezione Civile ed alle associazioni di volontariato del territorio, ha attivato un servizio per rispondere ai bisogni essenziali delle persone più anziane o comunque impossibilitate ad uscire da casa o con ridotta mobilità per l’acquisto dei beni di prima necessità (spesa alimentare e farmaceutica). Per informazioni contattate il numero 0732-035469. “Per dare un miglior servizio ha istituito un fondo gestito dalla protezione civile – spiega il sindaco, Giovanni Porcarelli – che verrà utilizzato per l’acquisto da voi richiesto e rimborsato al momento della consegna della merce. Tutto questo per fornire un servizio più efficiente e rispondere alle richiesta della cittadinanza in ottemperanza alle disposizioni ministeriali. Si raccomanda la massima collaborazione dei cittadini e dei commercinati con i volontari della protezione civile, che si stanno prodigando con il massimo impegno e disponibilità per assistere la popolazione”.

Qui Genga

Il sindaco, Marco Filipponi, si appella alla cittadinanza. “In merito all’ordinanza emanata dal Governatore – dichiara – pretendo da tutti la piena e rigorosa osservanza di quanto prescritto nel nuovo provvedimento, oltre che nei precedenti, ovviamente. Il rispetto di tali regole é fondamentale per prevenire la diffusione del Covid-19. Sono sicuro che anche stavolta la nostra comunità sarà ossequiosa delle nuove regole, che sono volte a preservare la nostra salute e, soprattutto, quella delle persone più deboli e fragili, come gli anziani o i malati per altre patologie. Dobbiamo sforzarci per essere dei modelli positivi, vi chiedo altresì di essere collaborativi nel diffondere tali comunicazioni a tutti quei cittadini che non riescono a seguire i canali social ed a segnalare al Comune eventuali luoghi, persone a cui tali messaggi non sono arrivati. Ovviamente saremo attenti e rigidi affinché tutti i cittadini rispettino le regole, attraverso la sorveglianza del corpo di Polizia Locale e dei Carabinieri. Invoco – conclude Filipponi – un assoluto senso di responsabilità in ognuno di voi, perché questa volta il futuro passa solo per le nostre azioni”.

 

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy