UNA PROPOSTA PER IL RILANCIO DELLA SPIANATA DEI “MONTICELLI”

di Marco Antonini

Fabriano – La storica spianata dei Monticelli, luogo estivo per eccellenza dei fabrianesi, necessita di un intervento. I residenti chiedono la sistemazione della strada, la pulizia e un progetto serio di recupero con un “percorso vita”, una palestra popolare a cielo aperto a tre chilometri dai giardini pubblici della città della carta. A lanciare la proposta è Sandro Tiberi, appassionato d’arte, volontario e storico di Fabriano. “Monticelli, in prossimità di Collepaganello – dice – è uno dei luoghi più amati dai fabrianesi e da chi ama passeggiare nelle nostre montagne. E’ un’oasi di verde polifunzionale: è adatta per chi vuole camminare nei tre sentieri con vari livelli di difficoltà, per chi vuole prendere il sole d’estate, per chi vuole socializzare con il gioco di bocce, a carte o mangiare al sacco sui tavoli in legno con panche posizionate tra la pineta”. La spianata è da tempo il ritrovo di tanti fabrianesi in ogni stagione dell’anno, come nella notte di San Lorenzo, il 10 agosto, in cui si può osservare nel buio più profondo lo spettacolo delle stelle cadenti. “Questo luogo immerso nella natura, che rinfranca lo spirito e la mente, ha da sempre una nota dolente da evidenziare: l’accesso alla spianata – dichiara Tiberi – è altamente rischioso per il notevole dislivello tra la strada asfaltata e la terra battuta che si apre in un grande slargo. La causa dei diversi solchi nella terra battuta è dovuta all’intemperie e nell’attraversare con le auto si deve stare attenti a non cadere nei solchi che sono presenti. L’area se è di proprietà del Comune necessità di un restyling doveroso per i tanti concittadini che la frequentano”.

Tiberi auspica, da parte di qualcuno di buona volontà, “la preparazione di un progetto da sottoporre all’Amministrazione comunale riguardo l’allestimento di un “percorso vita”, una palestra popolare a cielo aperto con attrezzature sportive per allenamento a corpo libero dove l’esercizio fisico all’aperto è un valore aggiunto non indifferente”. In un’epoca in cui è fondamentale avere una attenzione sempre più focalizzata sulla cura e il miglioramento della persona curando l’aspetto fisico, una palestra all’aperto permetterebbe di avere a cuore non solo il ritmo respiratorio, la potenza aerobica, per fare due esempi, ma anche l’ambiente e un pezzo del nostro passato che proprio ai Monticelli ha vissuto. Per valorizzare l’area, da tempo, i fabrianesi chiedono anche più controlli contro chi, in mezzo al verde, lontani da telecamere, abbandonano rifiuti ingombranti o sacchetti di plastica pieni di ogni cosa. In più di un’occasione diversi volontari sono dovuti saliti per ripulire l’area. Con l’arrivo della primavera un progetto come quello proposto da Sandro Tiberi potrebbe permettere a tante persone di godere della bella stagione, in mezzo alla natura, a due passi da casa.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy