FESTA DI SANT’UGO, IL VESCOVO MOSCIATTI TORNA A SASSOFERRATO

Sassoferrato – Il 26 luglio si celebra la festività di Sant’Ugo, nato nella prima metà del secolo XIII a Serra San Quirico dalla ricca e nobile famiglia degli Atti, morto il 26 luglio 1270, e sepolto nella Chiesa di Santa Maria del Ponte del Piano di Sassoferrato. Festa a Sassoferrato con il ritorno, domani, per il pontificale del mattino, dell’ex parroco di San Facondino, don Giovanni Mosciatti, che il 13 luglio ha preso possesso della cattedra a Imola in qualità di vescovo della diocesi.

La città sentinate profondamente legata al Santo, tanto che ne è il Patrono, con fede e devozione si appresta alle solenni celebrazioni. Caro ai sassoferratesi, Sant’Ugo è principalmente presente nell’animo dei fedeli per il ricordo del suo gesto in soccorso di un gruppo di taglialegna stremati dalla fatica consumatosi a Serragualdo di Colcanino, nelle vicinanze di Monterosso. Il Santo mosso a compassione dalle condizioni estreme in cui versavano i boscaioli, colpendo una roccia con il suo bastone fece scaturire una sorgente di acqua freschissima che ancora oggi esiste ed è meta di pellegrinaggi. Molte guarigioni miracolose sono state attribuite, nel corso del tempo, all’acqua della fonte nei pressi della quale sorge la Chiesetta del “Miracolo di Sant’Ugo”.

Ricco il programma della Festa di Sant’Ugo 2019, che l’apposito comitato in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Sassoferrato, ha organizzato e che si articola su quattro giornate offrendo una vasta gamma di iniziative che vanno dagli aspetti prettamente religiosi a quelli ludico ricreativi.

Oggi, giovedì 25 luglio, alle ore 18 termina il Triduo di preparazione alla Festa presso la Chiesa di Santa Maria del Piano che prevede rosario, lettura di un passo della Vita di Sant’Ugo e Santa Messa con omelia di Don Andrea Pantaleoni, monaco silvestrino. Il tradizionale pellegrinaggio e suggestiva fiaccolata si svolgeranno stasera con partenza dalla chiesa di Santa Maria del Ponte del Piano alle ore 20,45 e arrivo previsto per le ore 22,30 circa alla chiesetta del “Miracolo di Sant’Ugo” in Località Colcanino di Monterosso, commentatore e guida sarà don Andrea Pantaleoni. Per ritorno sarà attivo il servizio del Bus Navetta.

Domani, 26 luglio, solenne festività del Santo, le celebrazioni prevedono Sante Messe ogni ora dalle 7 alle 11, presso la chiesa di Santa Maria del Ponte del Piano Piano. Quest’anno la Santa Messa delle ore 11,00, animata dal Gruppo Corale “Città di Sassoferrato”, sarà celebrata dal neo Vescovo di Imola, monsignor Giovanni Mosciatti, fino a pochi giorni fa stimato ed apprezzato parroco di San Facondino. Il Sindaco di Sassoferrato Maurizio Greci, consolidando l’ormai tradizione, ha formalmente invitato a prendere parte all’evento religioso, i Sindaci dei Comuni di Serra San Quirico, paese che ha dato i natali al Santo e di Montegranaro in Provincia di Fermo dove Sant’Ugo ha operato numerosi miracoli. Don Andrea Pantaleoni celebrerà la Santa Messa delle ore 10,00 a Colcanino nella Chiesetta del “Miracolo di sant’Ugo. Nel pomeriggio nella chiesa di Santa Maria del Piano è prevista la Santa Messa alle ore 17,30 e a seguire la processione con la statua del santo per le vie della città. Alle ore 21,00 in Piazza Gramsci ci sarà il concerto del gruppo strumentale “Città di Sassoferrato” diretto dal maestro Daniele Quaglia e per finire alle ore 23,15 presso il campo sportivo comunale di Viale Roma, uno spettacolo di fuochi d’artificio allieterà la nottata a chiusura della manifestazione.

m.a.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy