DUE FABRIANESI DENUNCIATI PER DANNEGGIAMENTO

Di Marco Antonini

Fabriano – “Incastrati” dalle registrazioni delle telecamere di sicurezza che hanno immortalato gli attimi in cui hanno iniziato a danneggiare in centro. Negli ultimi giorni due persone del posto sono state denunciate per danneggiamento a Fabriano. Vandali scoperti grazie alle telecamere in funzione h24. Nei guai un 20enne e un 60enne, entrambi del posto che sono stati denunciati dagli agenti della polizia locale. Hanno divelto segnali stradali e contenitori isole ecologiche. Periodicamente, ormai, avvengono casi di vandalismo soprattutto nel cuore della città della carta. Non solo, quindi, auto rigate in prossimità del parcheggio Ciccardini, vicino al tratto i fiume Giano scoperto recentemente in zona Le Conce. Maleducati in azione che, non si sa per quale motivo, se la prendono con le cose pubbliche. Nel dettagli negli ultimi giorni sono stati denunciati due fabrianesi, uno di 20 e uno di 60. Il primo ha divelto alcuni cartelli stradali non lontano dalla sede comunale, piazzale XXVI Settembre; il secondo, già noto alle forze dell’ordine per lo stesso reato, ha divelto e poi danneggiato alcuni contenitori delle isole ecologiche intelligenti posizionati in via Cialdini, quartiere Borgo. Tutti e due sono stati identificati e poi convocati presso il comando della polizia locale agli ordini del dirigente, Aldo Strippoli, prima di essere denunciati per danneggiamento.

Recentemente gli apparecchi elettronici che controllano la città hanno permesso di individuare l’uomo che, il giorno di Santo Stefano, 26 dicembre, aveva scritto frasi offensive che aveva scritto sui muri in via Verdi, non lontano dal teatro Gentile, nei confronti del questore di Macerata, Pignataro: è un 30enne di Macerata. Le telecamere hanno permesso, nei tre casi sopra elencati, di individuare l’autore. Non è andata così, invece, in via Battisti, a due passi dall’Oratorio della Carità dove, circa un mese e mezzo fa, sono stati divelti i lampioncini situati all’ingresso del Museo Guelfo. La zona non è nuova a episodi di vandalismo perchè, in diverse occasioni, i residenti hanno lamentato di aver trovato o l’auto rigata nelle fiancate o bottiglie di vetro di alcolici abbandonati vicino ai luoghi storici invece che negli appositi contenitori.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy