PASCUCCI: “IL 2019 SARA’ L’ANNO DEI CIMITERI”. ECCO TUTTE LE NOVITA’

di Marco Antonini

Fabriano – “Il 2019 sarà l’anno della manutenzione di tutti i cimiteri delle frazioni”. L’annuncio è dell’assessore Cristiano Pascucci che, in occasione della Commemorazione dei defunti, fa il punto su queste strutture, frequentate, tutto l’anno, da residenti e non che chiedono una pulizia costante e più controlli delle forze dell’ordine contro i furti. Fari puntati sui paesi. Un argomento molto delicato vista la sollecitudine con cui tanti utenti hanno lamentato l’assenza dello “scopino” nei cimiteri per la pulizia quotidiana di un luogo caro a tutti. Intanto adesso gli operai sono a lavoro per sistemare le stradine di accesso, liberare le caditoie ostruite dalle foglie e i tombini per lo scolo dell’acqua piovana.

“Vogliamo dedicarci alle strutture dei paesi, molte, infatti, necessitano di interventi. L’obiettivo – dichiara l’assessore ai Lavori pubblici, Cristiano Pascucci – è quello di creare, quando prima, un fondo da destinare alla manutenzione dei cimiteri che, negli anni, sono stati abbandonati. Le situazioni più gravi si registrano nelle strutture di Serradica, Melano, Collamato. Nel primo caso si parla di problemi strutturali tanto che i tecnici comunali tengono, da tempo, sott’occhio la struttura, negli altri infiltrazioni che, comunque, creano danni non indifferenti peggiorati da tanti anni di non interventi. Nei prossimi mesi inizieremo proprio da questi camposanti. Abbiamo provveduto, poi, a pianificare mensilmente una serie di piccoli interventi con gli operai comunali in ogni struttura”.

Problemi di diversa natura a Marischio. “Il cimitero è pieno. Ci sarebbe la possibilità di recuperare posti con la riduzione delle salme visto che molte riposano lì da più di 50-60 anni. Per questo ricordiamo ai familiari dei defunti la possibilità, dopo molti anni, di effettuare questa operazione che permette anche di creare nuovi posti. Nel cimitero di Marischio – dichiara l’assessore – non c’è spazio dal punto di vista urbanistico: questo vuol dire che, in base alle carte, non si può più ampliare. L’unica soluzione, nei prossimi anni, sarà quella di fare una variante al Piano regolatore. Un iter, comunque, lungo e costoso. Ci si può impiegare anche 24 mesi dal punto di vista burocratico. Ampliamento possibile, invece, ad Albacina e Collamato”.

In città la novità principale riguarda il cimitero cittadino di Santa Maria: sono stai assegnati i lavori per la realizzazione di 456 nuovi loculi per un importo complessivo di circa 600.000 euro. Ci vorranno almeno 18 mesi prima del completamento dell’opera. Presso l’ufficio Servizi cimiteriali è già possibile effettuare manifestazione d’interesse per acquistare un loculo. Mentre l’ampliamento del cimitero di Santa Maria è una certezza con il via dei lavori a breve – e tanti residenti che hanno già “acquistato” un loculo – alle Cortine la situazione è più complessa. L’auspicio dell’assessorato ai Lavori pubblici è quello di attivare un project financing per reperire i fondi per la costruzione di loculi anche nel secondo camposanto della città della carta. Nel 2019 potrebbe partire anche l’iter per la costruzione di nuove cappelline. Il Comune realizzerà la struttura in cemento, poi ogni proprietario deciderà come rifinirla.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy