LE PIOGGE DEL 1496 E LA PREGHIERA PER CHIEDERE “LA SERENITA’ DELL’ARIA”

Fabriano – Nell’anno 1496 cessarono le piogge dopo che per la prima volta fu pubblicamente implorata la Madre di Dio. Le Riformanze comunali di quell’anno riferisco­no con molti particolari la discussione che si fece a tal proposito nel Consiglio di credenza l’11 maggio. Alla proposta della Magistratura “se piacesse che si celebrassero processioni ed offici deprecativi per la serenità dell’aria ad onore di Dio ed a salute delle persone e fertilità delle messi” l’esimio dottore Cipriano Clari, alzatosi in piedi e salito su la tribuna, invocato il divino aiuto, diede la sua approvazione determinando: “Si faccia un ufficio solenne nella chiesa della beata Maria del Buon Gesù e si facciano processioni in cui sia onorevolmente trasportata l’immagine della Vergine, e i Magnifici Priori e Regolatori provvedano alle spese, le quali con l’autorità del presente consiglio siano preventivamente ap­provate qualunque ne sia l’ammontare”.

La proposta ebbe a scrutinio segreto i voti unanimi dei 44 presenti e sotto la data del 15 maggio il Cancelliere rendeva esatto conto delle cerimonie compiute: “Con somma devozio­ne del ferventissimo popolo fabrianese l’immagine della Vergine del Buon Gesù fu trasportata solennemente e ono­revolmente da quattro frati dell’Osservanza di S. Francesco dell’Eremita (privilegio dovuto all’origine francescana) sotto un baldacchino retto dai fratelloni delle Confraternite vestiti di sacco, secondo l’ordine abituale di precedenza. Compiute queste preghiere, le nuvole svanirono, le piogge quotidiane cessarono e vi furono giorni sereni per più settimane. Ricorrere a Dio e alla gloriosissima Madre di Dio è sempre bene”. Le piogge impetuose tornarono a imperversare verso la fine dell’estate e il 4 settembre si rinnovarono con la stessa magnificenza le medesime funzioni della primavera, onorate dall’intervento del luogotenente della Marca. Anche l’anno seguente, il 15 maggio, per deliberazione del Comune “fu celebrato un solenne ufficio davanti alla chiesa della beata Vergine del Buon Gesù e fu tratta fuori l’immagine della sua santissima figura, affinché con la sua intercessione per tutti Dio onnipotente si degnasse concedere la serenità dell’aria e la fertilità delle messi”.

La cerimonia fu ripetuta “sequente maxima populi multitudine” il 25 marzo 1498 e il 17 giugno 1499 con l’intervento del Governatore della città; ed anche in quest’occasione è espressamente annotato che “l’aria ogni giorno piovosa fu purificata per l’intercessione della Beatissima Vergine”. (R. Sassi, Il culto della Madonna del Buon Gesù a Fabriano, Fabriano 1948)

La festa

Continuando questa antica tradizione che rinnova la devozione dei fabrianesi verso la Madonna del Buon Gesù, giovedì 30 agosto è iniziata la Novena di preparazione alla Festa dell’8 settembre. Ci guida nella riflessione sulla Parola di Dio Fra’ Fabio Furiasse, Cappuccino. La novena quest’anno avrà come tema di fondo: “Maria è la santa tra i santi, la più benedetta, colei che ci mostra la via della santità e ci accompagna” (dalla Esortazione Apostolica “Gaudete et exsultate” di Papa Francesco). Nei giorni feriali le Sante Messe saranno alle ore 9 e alle ore 18.30 e saranno precedute dalla recita del Rosario. Oggi, sabato 1 settembre, alle ore 21.15, il Coro Diocesano “Don Giuseppe Marinelli”, diretto dal M° Giuseppe Papaleo, ci aiuterà a vivere la festa con “Preghiera a Maria”, esecuzione di canti dedicati alla Madonna da grandi musicisti di ogni epoca, accompagnati da preghiere e riflessioni. Domenica 2 settembre, l’orario sarà il seguente: 9.30 – 11.15 – 18.30. Alle ore 16, ci sarà in Cattedrale l’incontro con i malati e gli anziani. Si inizierà con la recita del S. Rosario, cui seguirà, alle ore 16,30, la celebrazione della S. Messa con l’Unzione degli infermi, l’adorazione eucaristica e la benedizione dei malati. L’Unitalsi animerà l’incontro: se qualcuno avesse bisogno di essere accompagnato in Cattedrale può rivolgersi all’Associazione che provvederà al trasporto.

Sabato 8 settembre si celebra la Festa della Madonna del Buon Gesù. Le Sante Messe al mattino saranno alle ore 8 – 9.30 – 11.15. Nel pomeriggio alle ore 17.30, recita del Rosario. Alle ore 18 il Vescovo Stefano Russo presiederà la concelebrazione eucaristica, cui seguirà la processione, che avrà il seguente itinerario: Largo Bartolo da Sassoferrato, Piazza del Comune, Corso della Repubblica, via Gioberti, via Balbo, via Mamiani, via Leopardi, Piazza Giovanni Paolo II. Presterà servizio il Corpo Bandistico Città di Fabriano. Al termine si rinnoverà l’atto di consacrazione della Diocesi alla Madonna.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy