IL GIALLO DEL PERNOTTAMENTO DEL SET A CARICO DEL COMUNE

Riportare il set della fiction Rai, Che Dio ci aiuti, a Fabriano per le riprese che dovranno essere effettuate nel mese di settembre. Il giallo del pernottamento a carico del Comune. L’assessore regionale, Moreno Pieroni: “Abbiamo messo sul piatto 200mila euro per finanziare la serie”. Il sindaco Santarelli: “Presto incontrerò la produzione, Lux Vide, per capire e tentare di far tornare il set in città per le riprese dopo la pausa estiva”. Corsa contro il tempo per riallacciare i rapporti con uno degli sceneggiati a cui il pubblico di Rai1 è particolarmente affezionato e che vede come protagonista Elena Sofia Ricci. Il sindaco di Fabriano ha avuto un incontro presso gli uffici della Regione Marche per fare il punto della situazione. “Non appena il primo cittadino della città della carta incontrerà la produzione per capire le loro richieste ci sarà un ulteriore incontro a Palazzo Raffaello per le valutazioni finali” il punto dell’assessore regionale al Turismo, Moreno Pieroni. In primo piano ospitalità e questioni logistiche. Pare, infatti, che la produzione abbia chiesto all’Amministrazione comunale di pagare il pernottamento e vitto di tutto il set, artisti e tecnici, per tutta la durata della trasferta a Fabriano. Una spesa, considerando circa 50 persone, di almeno 50mila euro. Un’indiscrezione, questa, che se verrebbe confermata creerebbe ulteriori polemiche sul perchè una città in crisi debba pagare il pernottamento a una serie campione d’ascolti.

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy