ANTISTADIO, LAVORI CONTRO IL DEGRADO: ASFALTO NUOVO E STOP AI TIR

Rifiuti abbandonati lungo la strada e davanti agli impianti sportivi, buche che creano non pochi problemi alle auto dei genitori che portato i propri figli ad allenarsi, fango in caso di pioggia che sporca le macchine e anche chi scende per un’ora di sana attività fisica. Si presenta così la zona dell’antistadio di Fabriano, in prossimità della piscina comunale. A polemizzare non sono solo gli utenti che frequentano l’area, ma anche i turisti che trovano li l’area sosta camper utilizzata non solo d’estate come appoggio per chi decide di trascorrere una o due giornate in città. La protesta, che in realtà va avanti da anni, è esplosa in occasione dell’ultima ondata di maltempo. “Guardate che succede quando piove, qui orbitano centinaia di atleti ogni giorno” dice una mamma dopo aver lasciato suo figlio a calcio.

Lavori al via

Intanto l’Amministrazione comunale annuncia che appena le temperature lo permetteranno la zona verrà asfaltata completamente. Una decisione, spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Cristiano Pascussi, presa “perchè intervenire ora, con queste basse temperature, sarebbe controproducente dal punto di vista qualitativo”. Ma questo non è l’unico intervento previsto nel grande parcheggio dell’antistadio. Per evitare il moltiplicarsi dei rifiuti lasciati a terra verranno “posizionati anche dei portali metallici per impedire l’accesso ai tir”. Sono proprio i mezzi pesanti a creare, sempre più spesso, problemi. Tanti, infatti, i camionisti che arrivano in Italia dopo un lungo viaggio e, una volta a Fabriano, non sanno dove sostare in attesa di caricare, la mattina dopo, in fabbrica. Ecco, quindi, che sono stati presi d’assalto, ormai da tempo, i parcheggi dell’antistadio e della nuova piscina comunale. “Frequentemente i rifiuti vengono abbandonati all’interno di un carrello della spesa e non nei contenitori che dovrebbero essere comunque potenziati” è lo sfogo di un cittadino che chiede azioni forti contro il degrado nella zona. I residenti chiedono alla Giunta Santarelli di impegnarsi affinchè le industrie del territorio si occupino dei mezzi stranieri che sostano a Fabriano e alla successiva pulizia delle zone trasformate in area di sosta. L’auspicio è che l’asfaltatura annunciata e l’installazione dei portali metallici possano ridurre il degrado presente. Intanto partiranno a breve anche i lavori per l’asfaltatura di una tratta di strada molto frequentata, quella in prossimità di Ponte La Spina, lungo la strada che da Fabriano conduce a Sassoferrato, poco dopo il bivio di Melano. Un intervento sollecitato più volte dagli automobilisti che sono costretti, ogni giorno, a fare lo slalom per evitare le buche in una tratta diventata, da tempo, groviera.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy