Fabriano, AGGREDISCE OPERATORE ALLA POSTA: ARRESTATO, EVASO E RIARRESTATO

Alle ore 19,00 circa del 14.08.2017 gli impiegati delle Poste Centrali di Fabriano contattavano il 113, in quanto un cittadino straniero stava dando in escandescenza. Prontamente l’operatore del Commissariato inviava sul posto la Volante e nel contempo acquisiva tutte le notizie utili da parte dell’interlocutore. Giunti sul posto gli operanti bloccavano un cittadino tunisino dell’84, residente a Fabriano, R. M. le sue iniziali, che aveva rovesciato degli espositori e dato calci alla porta della segreteria, dopo che una dipendente gli aveva rappresentato che mancava una marca da bollo nel kit per il rilascio del permesso di soggiorno. A quel punto il tunisino scagliava contro l’operatore dello sportello tutto quello che aveva in mano, tra cui un accendino e dei soldi. Il personale intervenuto cercava di portare alla calma lo straniero, che per tutta risposta si scagliava contro gli operanti colpendoli con calci e pugni. Lo straniero infieriva sugli operatori in maniera energica e prolungata, tanto che per immobilizzarlo in sicurezza, veniva dirottata sul posto una seconda volante, la quale interveniva in ausilio ai colleghi, riuscendo ad ammanettarlo e quindi a limitarne la mobilità, ma non riuscendo a placarne l’esagitazione. Una volta in Commissariato, il nordafricano danneggiava le camere di sicurezza dove era stato trattenuto per gli atti di rito, sbattendo il capo e sferrando calci. Con un escamotage, riusciva ad allagare la cella di sicurezza, costringendo gli operatori ad intervenire, anche per la sua tutela. Il cittadino straniero veniva tratto in arresto per resistenza, violenza a P.U. e danneggiamento. Lo straniero era già stato arrestato in passato, sempre dai poliziotti del Commissariato. Dal 2007 ad oggi è stato inoltre denunciato per guida in stato d’ebbrezza, rissa, lesioni resistenza, violenza ed oltraggio a P.U. E’ stato inoltre sanzionato svariate volte per ubriachezza manifesta in luogo pubblico. Con provvedimento dell’A.G., è stato anche allontanato dalla casa familiare, con divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dai familiari. Condotto nella sua abitazione in regime di arresti domiciliari veniva espressamente invitato a non uscire fino alla direttissima della data odierna. Lo stesso nel pomeriggio del 15 c.m. evadeva dagli arresti domiciliari a seguito della nota di ricerca diramata dalla Sala operativa veniva rintracciato nei pressi del Commissariato dagli operatori della Volante 113 e tratto nuovamente in arresto per il reato di evasione. Nella mattinata odierna è stato pertanto interessato a due processi per direttissima, in relazione ai quali sono stati convalidati entrambi gli arresti effettuati. In attesa della imminente definizione del processo, al predetto cittadino tunisino è stato imposto l’obbligo di presentazione presso questo Commissariato più giorni alla settimana. Ogni giorno la Squadra Volante del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Fabriano è impegnata 24 ore su 24 in un’attività di prevenzione, repressione e soccorso pubblico: una sicurezza a 360° in tutto il comune, lungo la rete viaria, nella periferia, nella stazione ferroviaria e in tutti quei luoghi più impervi che caratterizzano il territorio fabrianese.

CS

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy