POLPETTE KILLER A FABRIANO, MORTO UN CANE E UN GATTO

Ancora un caso di polpette killer nel Fabrianese. A rimetterci sono sempre gli amici a quattro zampe. L’ultima segnalazione arriva da Via Cappuccini e da Collepaganello, poco lontano dal cento della città. I residenti hanno lanciato l’allarme ed hanno affisso un avviso sul tronco di un albero (foto). “Pericolo per cani e gatti. – si legge – Qualche vile delinquente ha lasciato bocconi avvelenati in questa zona e un cane e un gatto sono già morti”. Poi l’appello per evitare il peggio ad altri animali. “Fate attenzione ai vostri amici animali e segnalate alle forze dell’ordine eventuali atteggiamenti sospetti”. Degli episodi sono stati informati i carabinieri della Compagnia di Fabriano. I proprietari del cane e gatto che sono morti per colpa delle polpette avvelenate hanno già sporto denuncia. Questo è solo l’ultimo episodio.

Marischio, diversi mesi fa 

Polpette avvelenate a Marischio. Sono stati alcuni proprietari di cani a spasso con i propri amici a quattro zampe a scoprire esche ai bordi della strada che dal cimitero di Marischio conduce all’ex fermata ferroviaria di Ca’Maiano attiva anni fa lungo la tratta Fabriano-Pergola. C’è rabbia tra gli amanti degli animali che frequentano il percorso quasi tutti i giorni perché è un atto indirizzato proprio a loro. “Qui – ha ribadito un proprietario di cane di taglia grande – non siamo molti a camminare perché è una zona poco conosciuta per coloro che non risiedono a Marischio e viene da sospettare che quella polpetta è stata gettata proprio per allontanare i nostri cani anche da questa strada. Tra poco non sapremo più dove andare per stare tranquilli con gli animali.” A rimetterci sono sempre i migliori amici dell’uomo, che devono essere tenuti stretti al guinzaglio per paura di incappare in una di queste trappole.

m.a.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy