TUTELA DELLA FILIERA PESCA E SALUTE PUBBLICA, OPERAZIONE “SPARUS”

Si è conclusa l’operazione complessa, su scala regionale, della Guardia Costiera denominata “SPARUS”, svoltasi dal 23 al 26 maggio 2017. Sotto il coordinamento del 7° Centro di Controllo Area Pesca, i Comandi territoriali del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia costiera presenti sul territorio marchigiano, hanno intensificato i controlli su tutta la filiera ittica, dal mare ai principali mercati ittici della Regione, fino alla tavola dei consumatori, al fine di scongiurare il consumo di prodotti ittici pescati e commercializzati illegalmente. L’attività in parola, ha visto impiegati, nel solo periodo di riferimento, circa 105 uomini e donne, impegnati in 56 missioni a mare e a terra, che hanno portato, su tutto il territorio regionale, all’elevazione di n. 31 sanzioni amministrative, per un importo complessivo di 62.148,90 €, rilevando quale violazione ricorrente la commercializzazione di prodotto ittico privo della prevista/errata etichettatura del prodotto e/o la sua rintracciabilità, nonché, l’esercizio di attività di pesca in luoghi e zone vietate con attrezzi non autorizzati, al sequestro di 600.08 Kg di prodotto ittico. I controlli hanno portato, altresì, all’esecuzione di n. 22 sequestri amministrativi (10 nasse, 15 cestelli, 6 ancorotti, 94 bertovelli, 34 cogolli e 7 reti per un totale di 4500 metri), a n. 2 sequestri penali (2000 metri di reti da posta e n. 10 nasse) ed alla trasmissione all’Autorità Giudiziaria di n. 3 comunicazioni di notizia di reato per inosservanza di norme sulla sicurezza della navigazione. Le attività di controllo proseguiranno per assicurare il rispetto delle norme in materia di tracciabilità e rintracciabilità del prodotto ittico, nonché il corretto esercizio delle attività di pesca, garantendo, al contempo, la salvaguardia della salute pubblica e la tutela delle risorse biologiche.

cs

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy