In evidenza

DOMANI SI LAVORA, ARRIVANO STIPENDI DI GENNAIO E FEBBRAIO

Si è conclusa da poco la lunga giornata dei sindacati nella ricerca di salvare Tecnowind, l’azienda di Fabriano in grosse difficoltà con quasi 300 dipendenti che vivono nell’incertezza. Da domani, giovedì 16 marzo, gli operai torneranno a lavoro e riceveranno gli stipendi di gennaio e parte di febbraio, il Prefetto ha convocato l’amministratore delegato e le banche non sono intenzionate ad effettuare un aumento di capitale. Questa la sintesi di oggi. I sindacati rimarcano il risultato raggiunto. “Abbiamo ottenuto il saldo dello stipendio del mese di gennaio e di gran parte di quello di febbraio – hanno detto dalla Fiom. – Si torna a lavoro  dopo l’ok dell’assemblea operai monitorando la trattativa tra banche e fondo. Si va verso il concordato di continuità”. Il vertice di ieri di Milano, invece, si è concluso con il no della proprietà ad un aumento di capitale.

Il punto dei sindacati

“Ieri è stata una giornata cruciale per la risoluzione del problema del versamento di una cifra economica per pagare ad alcuni lavoratori parte ed ad altri, interessati da un forte impatto della solidarietà, tutti gli stipendi arretrati. Grazie alla mobilitazione dei lavoratoti, che ringraziamo, l’azienda ha ceduto alle richieste sindacali e si è arrivati a determinare 3 trance da 500 € da versarsi 1 oggi, 1 mercoledì prossimo ed il restante (se non si verificano per quest’ultimo condizioni negative) a fine marzo. Purtroppo non siamo ancora riusciti (perché non chiarito dall’azienda) come il fondo europeo disponibile all’acquisto dell’azienda, intenda, se acquisterà, dare prospettive occupazionali ai lavoratori della Tecnowind. Va detto, ha sottolineato la Uilm, non c’è nessuna disponibilità a prendere in considerazione offerte che vadano verso aspetti prettamente economici rispetto a quelli sociali.”

m.a.