RIAPRE IL CAG SANT’ANTONIO FUORI LE MURA

Riapre il Centro di aggregazione giovanile Sant’Antonio fuori le mura di Fabriano. Lo hanno chiesto con forza sia i cittadini che Sveglia Fabrianesi che hanno espresso tutta la loro contrarietà al protrarsi della chiusura di una struttura considerata un punto di riferimento per giovani che svolgono attività culturali e ricreative e famiglie. La Cooperativa sociale Mosaico l’ha gestito dal 2003 a giugno 2015. <<Gli uffici comunali – hanno detto – dovevano preparare, un anno fa, una nuova gara d’appalto ed era necessario svolgere lavori di ristrutturazione e miglioramento. In questi mesi, però, non né è stato affidato temporaneamente il servizio in attesa dell’uscita della gara per l’affidamento dei servizi. Il Centro d’Aggregazione giovanile è un luogo fondamentale per la città: ci auguriamo che si lavori tutti insieme per renderlo di nuovo fruibile dai ragazzi>>. Sulla vicenda è intervenuto l’assessore alle Politiche giovanili. <<E’ stata garantita la gestione, anche con proroghe, fino alla chiusura estiva di giugno dell’anno scorso. E’ predisposto il capitolato d’oneri per la gestione – ha precisato Giovanni Balducci – per un periodo di due anni, da aggiudicarsi con procedura di appalto. Il bando di gara è stato pubblicato dagli uffici comunali per una gestione biennale. Entro ottobre, quindi, il Cag, dovrebbe riaprire>>.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy