VECERRICA:”SE STRAPPIAMO UN GIOVANE DALLA DROGA ABBIAMO CONQUISTATO IL MONDO”

Mons. Vecerrica torna a parlare dell’emergenza droga che tocca da vicino molte famiglie del comprensorio.  <<Quanto tempo dedichiamo ai nostri giovani che oggi, troppo spesso, cadono nell’inganno del nulla? Educatori, insegnanti, sacerdoti, istituzioni, senza scoraggiarci dobbiamo investire tutto nell’educazione. Se strappiamo un adolescente dal mercato della droga abbiamo conquistato il mondo>>. E’ l’appello dell’amministratore apostolico  affinchè famiglie, scuola, associazioni siano più collegate tra loro per il bene delle nuove generazioni. <<Se i ragazzi e le ragazze cadono in questo tunnel – ha precisato – vuol dire che non siamo stati in grado di percepire il loro grido di aiuto>>. Il presule sprona i genitori a non lasciare soli i propri figli e a invogliarli, fin da piccoli, a frequentare sport, oratorio e associazioni. Dopo le ultime denunce per detenzione ai fini di spaccio, polizia e carabinieri hanno potenziato i controlli su strada. L’attenzione è tutta per i giovani assuntori di sostanze stupefacenti che sono stati convocati per acquisire indizi utili per risalire ai pusher che riforniscono il comprensorio. Ieri notte, intanto, i volontari di “Presenza silenziosa” sono ritornati in strada per combattere il disagio giovanile nelle vie del centro storico di Fabriano. Il gruppo di Unitalsi e Pastorale della Salute ha bisogno di aiuto. <<Cerchiamo volontari – hanno detto – per svolgere in maniera ancora più efficace questo importate servizio gratuito per il bene della città.>>

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy