TAGLIO CONTRIBUTO SERVIZI SOCIALI, SAITTA SCRIVE A OTTAVIANI

Pubblichiamo la lettera che l’assessore ai servizi sociali Giorgio Saitta ha scritto al presidente della Fondazione Carifac Marco Ottaviani.

L’anno scorso, grazie alla Fondazione, abbiamo risposto ad esigenze di minori, disabili, sfrattati ed abbiamo anche fornito l’indicazione di come sono stati utilizzati i fondi ricevuti pur non avendo alcun obbligo essendo l’ Amministrazione Comunale un Ente Pubblico. Dalla sua del 03/05/2016 apprendo della cancellazione dei contributi che erano stati previsti per questo anno. Penso che, in un momento come questo, sostenere il Welfare Sociale debba essere al primo posto tra gli obiettivi di una Fondazione Bancaria, ho fatto parte del cda della Fondazione e so bene quali siano gli obblighi che ha come sottolineato altresì dall’avvocato Giuseppe Guzzetti, presidente ACRI, a Roma nel luglio 2014 nel corso del convegno” Welfare di Comunità, il ruolo delle Fondazioni” con le indicazioni che le Fondazioni debbano partecipare alla costruzione di una rete di sostegno alle comunità ed ai territori. Attualmente le ottanttotto fondazioni bancarie italiane destinano, su circa novecento milioni, trecento milioni al servizio delle persone: la Fondazione CARIFAC per il 2016 propone nulla. Si parla, nella sua, che i centocinquanta mila euro sarebbero stati prelevati dal fondo di stabilizzazione, vorrei sapere quale altro programma giustificherebbe un tale intervento dal momento che, Lei scrive, sarebbero stati tolti da altri settori rilevanti. Non riesco più a capire quali intenti muovano l’azione della Fondazione e del suo Presidente visti anche gli interventi di promozione dell’immagine della stessa su vari mezzi di comunicazione con aumento delle spese di gestione che potrebbero essere destinati agli scopi istituzionali tra i quali, io credo primari, il sostegno al sistema del Welfare che tuteli i deboli e le loro famiglie.

Giorgio Saitta

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy