‘ABBIAMO TEMPO PER SALVAGUARDARE OSTETRICIA’

“Il punto nascita di Fabriano rimane al centro delle nostre riflessioni ed attenzioni. Nei prossimi giorni ci confronteremo con il comitato cittadino e valuteremo la situazione insieme all’avvocato Ranci. Dopo la bocciatura del Tar è tempo di colloqui con la Regione Marche ed i responsabili della sanità regionale. Abbiamo ancora il tempo per costruire una soluzione positiva per salvaguardare Ostetricia”. Così il sindaco Giancarlo Sagramola che, dopo più di una settimana, rompe il silenzio sulla sala parto dell’Ospedale Profili pur non svelando a possibilità di ricorrere o meno al Consiglio di Stato vista l’esito negativo già espresso dai giudici sul reparto di Osimo anch’esso destinato alla chiusura. Il primo cittadino continua a puntare sulla trattativa politica per salvare il reparto. Da tempo si cerca di percorrere la strada che porterebbe all’applicazione dell’Afoi che unisce in un’unica equipe i medici ostetrici di Fabriano e Jesi come già accaduto in altre regioni. Sulla vicenda è intervenuto anche il primario del reparto Pasquale Lamannna. “Ho fiducia nel Governatore – ha detto  – e credo nella politica. Spero in uno spiraglio per la salvezza, ma bisogna fare presto perché le mamme sono disorientate”. Anche il Pd locale è intervenuto ieri tramite Facebook. “E’ necessario riprendere il dialogo tra Comune e Regione. Occorre confrontarsi – ha scritto il segretario Michele Crocetti – e trovare una soluzione che rispetti gli standard nazionali di sicurezza e le esigenze del nostro territorio. È giusto battersi per le proprie cause e lo faremo con determinazione e buon senso”.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy