DERUBANO 2 PERSONE NEI BAGNI DELLA STAZIONE DI FABRIANO, ARRESTATE

Due donne di nazionalità rumena sono state arrestate dalla Polizia Ferroviaria di Fabriano nel pomeriggio del 24 gennaio per aver derubato due viaggiatori che, nella circostanza, stavano utilizzando i bagni della stazione ferroviaria. Le donne, a distanza di pochi minuti l’uno dall’altro, hanno utilizzato la medesima tecnica nei confronti degli uomini, che consiste in un tentativo di approccio sessuale fatto di carezze e dolci parole. In realtà le “tenerezze” servono a celare le abili e furtive manipolazioni grazie alle quali le cittadine rumene erano riuscite ad impossessarsi di una catenina d’oro, sfilandola dal collo di uno degli avventori, e del portafogli dell’altro. Ad interrompere l’attività criminosa ci ha pensato una pattuglia della Polfer che in quel momento stava effettuando i consueti controlli in ambito stazione. Le donne T.C. e T.S. di 20 e 33 anni, sono state giudicate con rito direttissimo dal Tribunale di Ancona che ha convalidato l’arresto e applicato la misura cautelare dell’obbligo di firma in attesa della prossima udienza. Sia il denaro che la catenina invece sono stati restituiti ai legittimi proprietari. Nella giornata odierna, inoltre, come già programmato, sono stati effettuati controlli straordinari nelle stazioni FS delle regioni Marche, Umbria e Abruzzo che ricadono nella competenza territoriale del Compartimento Polizia Ferroviaria di Ancona. Tale attività ha permesso di identificare numerose persone e verificare bagagli anche con l’ausilio delle unità cinofile della Polizia di Stato. Particolarmente soddisfacente, infine, il riscontro positivo ottenuto in tema di percezione di sicurezza, generato nei confronti dei viaggiatori e dei ferrovieri, i quali non hanno fatto mistero di apprezzare la “rassicurante presenza di divise a bordo treno e in stazione”.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy