CINGHIALI IN VIA BOVIO, LE ACCUSE DEI RESIDENTI. SINDACO PREPARA CACCIA ALLE CORTINE

Caccia al cinghiale anche in altri quartieri della città. E’ l’idea del sindaco di Fabriano che, in questi giorni, sta monitorando la situazione al quartiere Piano dopo l’abbattimento di 14 esemplari a Vetralla nel giorno di apertura della stagione venatoria. Insieme alle forze dell’ordine si sta predisponendo un piano di sicurezza perché la zona dove i cacciatori – con apposita ordinanza comunale – potranno cacciare per mettere un freno alla presenza di questi animali in città, è situata troppo in prossimità di case e strade altamente frequentate. “Ci stiamo organizzando – spiega Giancarlo Sagramola – per intervenire presso la zona del cimitero delle Cortine perché gli automobilisti ci segnalano molto spesso la presenza di cinghiali sulla strada e davanti gli uffici Whirlpoo. Insieme alla Municipale stiamo riflettendo su come muoverci per ridurre al minimo i disagi e i rischi per la cittadinanza. Rimane il fatto – conclude – che siamo intervenuti con successo per tamponare un’emergenza sotto gli occhi di tutti da molti mesi. Seguiremo la prassi usata in viale Bovio con i cani addestrati.” Di pensiero diverso gli abitanti del quartiere Piano. “La battuta dell’1 novembre nasce da una necessità incontrovertibile. Tuttavia – dichiarano i residenti – non è stata percepita così coordinata da molti di noi. Non un cartello nelle due diramazioni di via Bovio all’altezza dell’ex Tiro a segno, non una lettera o manifesto nei giorni precedenti agli abitanti della parte alta di via Bovio, non una pattuglia a presidiare le operazioni e bloccare gli accessi a piedi o in macchina lì intorno. Alle 12, a battuta ancora aperta, ho potuto circolare in tutta libertà con la macchina nelle due diramazioni di via Bovio.”

M.A.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy