ASSALTO ALL’AUTOGRILL FABRIANO SUD, PARLA IL TITOLARE

Assalto all’autogrill lungo la SS76 poco prima dell’uscita Albacina. “Otto furti nell’arco degli anni. Quello di venerdì mattina è solo l’ultimo. Sono stanco. Non è possibile andare avanti così.” E’ lo sfogo di uno dei due titolari dell’Autogrill Fabriano Sud che ha subìto l’assalto due giorni fa. Quando è arrivato sul posto, una volta scattato l’allarme alle 3,30, ha trovato solo calcinacci, polvere, un’apertura nella parete laterale e le slot machine svaligiate e gettate nel dirupo. Nonostante tutto, però, alle 9 del mattino la struttura ha ripreso a lavorare e a preparare colazione per i clienti, molti dei quali di passaggio dall’Umbria. Per molte ore i Carabinieri di Fabriano hanno raccolto indizi nella speranza di risalire alla banda che è fuggita con un bottino superiore a 20 mila euro dopo aver provocato molti danni. I militari hanno sequestrato un piccone e una mazza spaccalegna con punta a cuneo abbandonati nelle vicinanze. Alcuni dettagli in più potrebbero arrivare dalle registrazioni delle telecamere di sicurezza presenti dentro e fuori l’Autogrill anche se è lo stesso titolare a confidare che sarebbero state disattivate e spostate così che non hanno filmato nulla di utile. “Hanno portato via tabacchi, Gratta e Vinci, liquori, denaro contante e l’incasso delle due slot machine che sono state spostate all’esterno, distrutte e poi buttate nel dirupo. Non contenti hanno rotto anche la recinzione di legno. In tutto – dichiara il giovane titolare – abbiamo perso molto più di 20 mila euro. Stiamo cercando di fare un inventario per capire anche noi quanta merce è stata rubata in pochi minuti.” Una storia che si ripete da anni e che spaventa.

m.a.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy