DANNEGGIAMENTO E DROGA, TROPPI MINORI COINVOLTI A FABRIANO

Baby vandali in aumento in città con tanti episodi segnalati alle forze dell’ordine. E anche le istituzioni corrono ai ripari con l’inizio del nuovo anno scolastico per fronteggiare un emergenza che, a volte, è stata sottovalutata. Il disagio giovanile produce nuove vittime anche a Fabriano. I fatti degli ultimi mesi sono la dimostrazione che le nuove generazioni stanno richiamando l’attenzione nel modo sbagliato. E’ di ieri la notizia di tre studenti tra i 15 e 17 anni che, per sconfiggere la noia, hanno devastato gli uffici della scuola Gentile da Fabriano e sono stati denunciati dai Carabinieri tra lo stupore dei familiari. I tre giovani fabrianesi, interrogati dal Maggiore Benedetto Iurlaro, hanno ammesso di aver danneggiato la struttura perché non avevano nulla di meglio da fare. In piena notte hanno allagato i locali e hanno imbrattato muri e pavimenti con vernice e danneggiato il router del laboratorio di informatica. Hanno scritto sui muri frasi offensive nei confronti del dirigente scolastico poi sono penetrati nella scuola media Giovanni Paolo II° per danneggiare il distributore automatico. I danni provocati ammontano a diverse migliaia di euro e verranno ripagati dai genitori. Atti vandalici anche in mezzo alla strada. Cinque minorenni sono stati denunciati, nelle ultime settimane, per aver rotto diversi specchietti e graffiato alcune auto parcheggiate nel quartiere Borgo. Dei cinque ragazzini – tutti di età compresa tra i 12 e 14 anni – tre sono residenti a Fabriano mentre due si trovavano in città per una vacanza. Interrogati dal Vice Questore Mario Russo, hanno ammesso le proprie responsabilità. Episodio analogo nel quartiere Santa Maria. Prese di mira le macchine parcheggiate vicino la scuola dell’infanzia. Nei guai alcuni bambini di età compresa tra i 9 e i 12 anni che sono stati immortalati dalle telecamere di sicurezza. I genitori sono stati convocati in Commissariato. Ripagheranno i danni che ammontano a circa 10 mila euro. Poi c’è la piaga della droga. Ultimamente 10 giovani – tra cui molti minorenni – sono stati segnalati alle autorità competenti come assuntori di sostanze stupefacenti. Quattro adolescenti – una frequenta addirittura la scuola media – sono stati sorpresi con 50 grammi di hashish alla fermata del pullman. Per eludere i controlli si spostavano solamente con i mezzi pubblici e facevano tenere la droga ad una ragazzina che nascondeva la merce nel suo reggiseno. “Ci dobbiamo preoccupare della fragilità dei giovani e della facilità con cui cedono alle tentazioni. C’è un vuoto da colmare. Le istituzioni possono fare di più ma spetta alla famiglia invertire la rotta.” E’ il messaggio dell’assessore ai Servizi Sociali Giorgio Saitta che annuncia nuovi incontri nelle scuole da settembre. “La vita non è una passeggiata e oggi bisogna sapersi annoiare – dichiara.- Anche a scuola rifletteremo con i giovani di quanto sta accadendo nella nostra società per costruire un futuro migliore. Sensibilizziamo i giovani sul valore della legalità.”

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy