TENTATO FURTO AL TANNING PUB DI FABRIANO, DENUNCIATO MINORE

Cercando di entrare a tutti i costi al pub per rubare quello che trovava si è ferito ad una mano e il giovane non sapeva che quel taglio avrebbe permesso ai militari di identificarlo e denunciarlo come l’autore del furto. Ha così un volto preciso il minore extracomunitario che nelle prime ore del mattino di sabato 7 marzo ha tentato di entrare con forza al Tanning Pub nel centro storico di Fabriano provocando danni al locale. Ha 16 anni e risiede a Fabriano. Incurante del prossimo, ha prima cercato di entrare nella famosa struttura di via Madonna delle Grazie sfondando una porta di vetro e poi, dopo aver fallito la missione, ha rapinato una ragazzina che si è vista portar via il cellulare dalle mani nei pressi di piazzale Matteotti. Il giovane, però, non ha fatto i conti con l’astuzia investigativa dei Carabinieri della Compagnia di Fabriano che hanno concluso un’altra operazione non senza difficoltà e sono risaliti a lui. Sabato 7 marzo all’alba, dopo la chiusura del locale, il ragazzo ha scavalcato il muro di cinta della struttura e, con una pietra, ha sfondato la vetrata per entrare al Tanning. Il sistema di sicurezza ha dato l’allarme immediatamente e il maldestro non è riuscito a portar via nulla. E’ scappato a gambe levate lasciando una scia di sangue. Nel giro di una settimana i militari del nucleo Operativo e Radiomobile lo hanno identificato e denunciato. Le indagini sono partite subito dopo la denuncia di tentato furto presentata dai titolari del pub. Il giovane maldestro, infatti, nel tentativo di portare a casa l’azione criminosa si è ferito ad una mano dopo aver infranto un vetro. Il minorenne, già noto alle forze dell’ordine, in più di un’occasione, la settimana scorsa, mostrava delle ferite sospette ad una mano. Proprio durante le fasi investigative i carabinieri coordinati dal Capitano Benedetto Iurlaro hanno scoperto che subito dopo il tentato furto, era stato commesso anche uno scippo in piazza Matteotti ai danni di una minorenne, alla quale le era stato portato via il cellulare. Analizzati tutti gli indizi raccolti il giovane è stato convocato in caserma venerdì scorso. Accompagnato dai genitori, è stato sottoposto ad interrogatorio. Inizialmente ha negato ogni addebito, poi ha ammesso le proprie responsabilità fornendo ai militari notizie utili anche per il recupero del telefono cellulare che avrebbe venduto, poche ore dopo il furto, ad un altro minorenne di Fabriano non ancora identificato. Nei suoi confronti è stata inoltrata un’informativa alla Procura della Repubblica dei minori di Ancona. Deve rispondere dei reati di tentato furto aggravato e furto con strappo. Il contrasto ai reati contro il patrimonio rappresentano una delle priorità del Comando Compagnia Carabinieri di Fabriano. Nelle ultime settimane sono state eseguite numerose perquisizioni per contrastare il fenomeno degli stupefacenti. A Sassoferrato un marocchino sorpreso con 30 grammi di hashish è stato denunciato. A Fabriano, invece, denunciati 3 romeni per tentato furto aggravato. E’ stata inoltrata una proposta di figlio di via obbligatorio per il comune di Fabriano.

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy