CC CATTURANO BANDA DI LADRI. INDIVIDUATO OREFICE CHE FONDEVA IL BOTTINO

I carabinieri di Fermo hanno sgominato la banda di albanesi che il 9 febbraio scorso ha compiuto una rapina a mano armata nella villa di un’avvocatessa di Chiaravalle, Paola Duca, chiudendo in una stanza il legale con i suoi familiari e dandosi poi alla fuga con oro, armi, argenteria e una Bmw. I rapinatori avevano forzato un posto di blocco dei Cc a Porto S.Elpidio per sfuggire alla cattura. Sono 4 albanesi, 3 senza fissa dimora arrestati a Lido di Fermo e uno già detenuto a Poggioreale. Denunciato un quinto complice. La banda deve rispondere di rapina, sequestro di persona, furto, ricettazione e porto abusivo di armi. I quattro, Juli Markja, 30 anni, Arjan Sula, 24, Krashnik Koxha, 28, e Adrian Gega, 25 (già in carcere), sono sospettati di aver messo a segno varie altre rapine in Italia. Il quinto complice, Tauland Xhyra, 33 anni, è stato rintracciato a Rovigo: gli è stato applicato l’obbligo di firma. Gli investigatori hanno anche individuato un orefice del Teramano che fondeva e riciclava l’oro rubato dai rapinatori subito dopo i colpi. (Ansa)

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy