AGRICOLTURA: PATATA ROSSA COLFIORITO VERSO RICONOSCIMENTO IGP

Va avanti spedito l’iter per il riconoscimento Igp per la patata rossa di Colfiorito, dopo l’ok del ministero delle Politiche agricole alla protezione transitoria. L’annuncio arriva da Coldiretti Macerata, che in questi mesi ha seguito le procedure per il rilascio della denominazione di origine, assieme alla federazione umbra. La coltivazione della patata rossa interessa, quattro comuni del maceratese (Camerino, Serravalle del Chienti, Muccia e Montecavallo) e circa la meta’ dei produttori rientra in questa provincia. Il prodotto e’ uno degli esempi dei prodotti salvati dall’estinzione grazie all’impegno degli imprenditori agricoli nel recupero delle tradizioni. Nota per la sua capacita’ di adattarsi ai territori montuosi, la patata rossa ha una forma allungata e si riconosce per la buccia color rosso opaco; e’ apprezzata per il sapore e la consistenza della sua polpa. Secondo Coldiretti Macerata, “la Igp tutelerebbe la patata rossa dalle falsificazioni, contribuendo a conservare il patrimonio gastronomico nazionale”. (Agi)

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy