OPERAI JP, MARTEDI’ MANIFESTAZIONE A ROMA. E SCIOPERO GENERALE

Più di 300 operai hanno partecipato all’assemblea indetta dai sindacati Fim, Fiom e Uilm. Allo stabilimento del Maragone si è organizzata la trasferta a Roma del 29 luglio quando le parti sociali incontreranno i funzionari del Ministero dello Sviluppo Economico e il Vice Ministro. Un appuntamento molto atteso dalle tute blu che intendono arrivare alla conclusione di un incubo iniziato con la sentenza del Tribunale di Ancona che ha bloccato la vendita dell’ex Ardo all’imprenditore di Cerreto D’Esi Porcarelli. E per permettere a tutti i lavoratori di partecipare alla manifestazione che si terrà davanti agli uffici del Mise in contemporanea al tavolo istituzionale, i sindacati hanno proclamato, proprio per martedì 29 luglio, uno sciopero generale dei lavoratori JP. “Vogliamo capire cosa si sono detti in questi mesi Ministero, banche e azienda – spiega Andrea Cocco della Fim – perché è arrivato il momento di spiegarci come intendono risolvere questa delicata situazione. “E’ di vitale importanza la partecipazione di tutti i dipendenti coinvolti – commenta Fabrizio Bassotti della Fiom – come è fondamentale la presenza del Vice Ministro che ci ha convocati e da cui ci aspettiamo risposte precise.” In dieci minuti si sono riempiti i sei pullman già messi a disposizione dai rappresentanti sindacali. Anche i Sindaci del territorio sono stati formalmente invitati alla trasferta.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy