DA GIOTTO A GENTILE, GLI INTERVENTI DI SPACCA, SAGRAMOLA E PAPIRI

Presentata, questa mattina in Regione, la mostra “Da Giotto a Gentile”. Tutto pronto per venerdì, quando, alle ore 17,30 avrà luogo l’inaugurazione presso il teatro Gentile e, a seguire, il taglio del nastro. Sa sabato, poi, fino al 30 novembre spazio alle visite. Di seguito gli interventi, in conferenza stampa, del Governatore Spacca, del Sindaco Sagramola e del presidente Papiri.

GIANMARIO SPACCA: “La Mostra “Da Giotto a Gentile” presentata oggi accende i riflettori su uno smisurato patrimonio artistico in gran parte sommerso e inscindibile da un contesto paesaggistico e ambientale di straordinaria bellezza, con importanti ricadute su tutto il territorio. Parliamo infatti non solo di una prestigiosa iniziativa culturale, ma di un grande evento, sia per la città di Fabriano, che per tutto l’entroterra marchigiano coinvolto. Un evento ancor più significativo in funzione di una strategia volta a recuperare la dimensione culturale che dal Medioevo ci porta al Rinascimento italiano – di cui le Marche sono state una culla – tema che tanta attenzione riscuote a livello internazionale. L’obiettivo è sempre la valorizzazione del brand Marche legando turismo, cultura, ambiente, tradizioni. L’ evento è inoltre particolarmente importante per la città che lo ospita, Fabriano. Un centro fortemente provato, che sta vivendo un momento particolare e ha grande necessità di recuperare una identità storica e culturale, che vada al di là della manifattura. Iniziative come questa, contribuiscono ad infondere forza morale ed energia per trovare, nella profondità del proprio spessore culturale, nuove forme di imprenditorialità e di economia in una logica coerente con il resto della regione. Questa Mostra è quindi, piena di speranza, oltrepassa il significato storico e culturale e ci proietta in una identità comunitaria di cui il territorio ha particolarmente bisogno.”

GIANCARLO SAGRAMOLA: “L’ Amministrazione Comunale ha fortemente voluto questa mostra che ha il duplice merito di presentare un’esposizione fortemente radicata nel territorio, grazie ad itinerari allargati ad altri monumenti cittadini e luoghi della cultura locali e, al contempo, di proporre un nuovo percorso espositivo per la Pinacoteca che consente di apprezzarne le opere più significative in un allestimento diverso dal consueto, ma ugualmente suggestivo e interessante. Ne scaturirà sicuramente un evento che incontrerà il favore sia del grande pubblico che degli appassionati d’arte, contribuendo alla nascita di quella che tutti quanti auspichiamo possa essere una nuova “fioritura” per la Città di Fabriano.
Un grande ringraziamento quindi alla Fondazione Carifac ed a tutta la macchina organizzativa della mostra guidata da Vittorio Sgarbi e dai suoi collaboratori.”

GUIDO PAPIRI: “La Fondazione Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana è da sempre impegnata nel settore dell’arte e della cultura coniugati a favore dello sviluppo del territorio. Lo è tanto più in questo momento in cui occorre ripensare e rilanciare la nostra economia. La Mostra vuole costituire un momento di grande richiamo per la conoscenza della città e del suo ricco potenziale in parte ancora inespresso. “Da Giotto a Gentile” è un’occasione per tutto il territorio che non vuole rimanere isolato, ma anzi, che desidera impegnarsi intraprendendo con entusiasmo questo percorso. La Mostra ci consente di presentarci sul panorama internazionale sotto una nuova veste.”

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy